Le forze israeliane aprono il fuoco sui palestinesi; centinaia di feriti

https://www.aljazeera.com/news/2021/7/9/israel-forces-open-fire-on-palestinians-hundreds-wounded

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha riferito che 379 manifestanti sono stati feriti, 31 dei quali da proiettili veri.

Le forze israeliane hanno aperto il fuoco su centinaia di manifestanti palestinesi che si sono radunati contro un avamposto illegale nella Cisgiordania occupata venerdì, con oltre 370 feriti, di cui 31 colpiti da proiettili veri.

I droni hanno lanciato lacrimogeni e il fumo ha riempito l'aria sulla scena della protesta nella città di Beita, vicino a Nablus, in Cisgiordania, dove i palestinesi hanno protestato contro la confisca illegale delle terre.

Droni con gas lacrimogeni contro manifestanti

I manifestanti hanno bruciato pneumatici e lanciato sassi contro le forze israeliane, secondo quanto riportato dai media locali. Testimoni hanno detto che le truppe israeliane hanno sparato proiettili veri e proiettili d'acciaio ricoperti di gomma contro i manifestanti dopo la preghiera del venerdì a Beita.

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha riferito che 379 manifestanti sono stati feriti - 31 da proiettili veri. Non ci sono stati commenti immediati da parte dell'esercito israeliano.

Scontri simili si sono verificati anche nella città di Kafr Qaddum ea Beit Dajan, dove decine di palestinesi sono stati curati per gli effetti dei gas lacrimogeni.

L'esercito israeliano ha anche represso una protesta contro gli insediamenti nell'area di Masafer Yatta a Hebron.

Stime israeliane e palestinesi indicano che ci sono circa 650.000 coloni nella Cisgiordania occupata, compresa Gerusalemme Est, che vivono in 164 insediamenti e 116 avamposti.

Secondo il diritto internazionale, tutti gli insediamenti israeliani nei territori occupati sono illegali.

Le tensioni nella Cisgiordania occupata hanno raggiunto nuovi massimi negli ultimi mesi con l'insediamento di Evyatar che è stato uno dei punti focali degli scontri, poiché i coloni si sono rifiutati di evacuare la terra e i palestinesi hanno manifestato ferocemente contro la loro presenza.

 

A maggio, 34 palestinesi sono stati uccisi – la cifra mensile più alta in 10 anni – con l'agenzia di intelligence nazionale israeliana, lo Shin Bet, che ha riferito di quasi 600 incidenti violenti, mentre l'esercito israeliano ha rafforzato la sua presenza nei territori occupati con molti altri battaglioni.

I palestinesi dei villaggi vicini affermano che l'avamposto di Evyatar è stato costruito illegalmente sulla loro terra e temono che possa crescere e fondersi con insediamenti più grandi nelle vicinanze.

traduzione a cura di Associazione di Amicizia Italo-Palestinese