Strumenti israeliani per impossessarsi delle terre palestinesi

Madeeha Al-A’raj, Betlemme, 19/4/20201 http://english.pnn.ps/2021/04/19/jewish-national-fund-and-fake-companies-are-israeli-tools-to-rob-palestinian-lands/

L'Ufficio Nazionale per la Difesa della Terra e la Resistenza agli Insediamenti (NBPRS) ha mostrato nel suo ultimo rapporto settimanale come lo Stato di occupazione israeliano stia operando per impossessarsi delle terre palestinesi sia attraverso l'uso della forza militare sia con operazioni di frode e truffa. Il ruolo dello Stato e di tutti i suoi strumenti in queste operazioni è chiaro, utilizzando decine di società fittizie con nomi diversi che operano di concerto con le Autorità di occupazione, imbrogliando i palestinesi ed eludendo la comunità internazionale con la tesi che la costruzione e l'espansione degli insediamenti sono in linea con la legge, e che esse vengono effettuato su terreni acquistati. Recentemente, il Kern Kaimet di Israele, più noto come Jewish National Fund, che è l’ente israeliano che si occupa di incoraggiare e sviluppare gli insediamenti ha approvato un progetto che gli consente di acquistare terre vicino a insediamenti isolati, soprattutto, a Nablus, Jenin e Salfeet. L'approvazione finale è prevista per il 22 aprile.

Il Kern Kaimet fu fondato nel 1901 per essere uno strumento del Movimento Sionista e dell'Agenzia Ebraica per controllare la più vasta area possibile di terra e assegnarla per la costruzione e l'espansione degli insediamenti. Le attività di Keren Kaimet furono congelate dopo Oslo e la sua attività veniva svolta dal Consiglio per gli insediamenti Yesha, ma poi è tornato a esercitare la sua attività dopo che è stato rifinanziato nel 2014. È diventato usuale vedere annunci di questo Fondo per promuovere nuove unità di insediamento con un focus sugli insediamenti isolati, quelli che Yitzhak Rabin usava definire insediamenti politici per distinguerli dagli insediamenti di sicurezza che lui richiedeva, e che Benjamin Netanyahu ha definito poi nell'Affare del Secolo come enclaves di insediamento, riferendosi agli insediamenti di Elon Moreh e Itamar, Shafi Shimron, filiazioni di Gilad e altri ancora. Netanyahu aveva aggiunto altre aree di alta priorità per Kern Kaimet: i sobborghi di Gerusalemme, la Valle del Giordano settentrionale e centrale, la Cisgiordania centrale tra Nablus e Ramallah e le aree adiacenti alle terre del 1948.

In aggiunta al governo di occupazione, allo Yesha Settlements Council e alle attività del Jewish National Fund, c'è una rete di società fasulle in alcuni paesi all'estero, compresi i paesi arabi, che stanno cercando di acquistare terreni intorno agli avamposti degli insediamenti per poi darli ai coloni. Come Watan Company, Wahib Company e Holy Land Company. Queste falsificano documenti, come è avvenuto a Silwad e in altri luoghi. Pinchas Farcheltine, l'uomo degli insediamenti ed ex amministratore delegato del Consiglio di Yesha, ha dichiarato durante un'intervista con la TV israeliana Channel 2 di aver avuto l'idea di fondare la Al-Watan Real Estate Company, specializzata nell'acquisto di terreni dai palestinesi per conto dei coloni senza che i venditori conoscessero i veri acquirenti. Farcheltine ha affermato che ci sono altre società con nomi diversi dalla Al-Watan Company per acquistare terra dai palestinesi senza che questi sappiano che stanno vendendo le loro terre ai coloni.

Le attività di insediamento in corso   Il Comitato israeliano di pianificazione e costruzione locale a Gerusalemme ha approvato la creazione di una nuova area residenziale nell'insediamento di Jabal Abu Ghneim, che comprende la costruzione di 540 nuove unità abitative.

Il Comitato per la pianificazione e la costruzione ha comunicato un nuovo progetto di giudaizzazione che collega Gerusalemme settentrionale con quattro nuovi tunnel invece di uno.

Questo progetto fa parte del collegamento di insediamenti quali "Maale Adumim" e "Kfar Adumim", con gli insediamenti all'interno della città e della costa. Il progetto mira anche a collegare gli insediamenti a Gerusalemme nord-orientale, Adam, Givat Ze'ev e Nabi Ya`qub “con la regione di Ghor e collegarla con il lato occidentale della città, al fine di facilitare l'accesso dei coloni ai territori occupati nel 1948, alle aree meridionali e settentrionali della Palestina occupata e al Mar Morto meridionale.

Sono stati anche approvati numerosi progetti di insediamento in Cisgiordania, riguardanti anche l'insediamento di Kiryat Arba, costruito sulle terre del villaggio di Khallet Al-Batma a Hebron, l’insediamento Ornit, costruito sulle terre del villaggio di Seniria, l’insediamento di Ma'aleh Mikhmas costruito sulle terre del villaggio di Deir Dibwan, l’insediamento di Asfar costruito sulle terre del villaggio di Sa'ir e Al-Sheikh. Allo stesso tempo, l'Amministrazione Civile ha annunciato l'acquisizione di un'area di 2089 m2 nel Governatorato di Tulkarem, villaggi di Al-Ras, Kafr Soor ai sensi della Legge di Espropriazione di Interesse Pubblico n. 321/1969, per ampliare una strada.

Traduzione e sintesi a cura di Associazione di Amicizia Italo Palestinese