Accettate 36 liste alle elezioni legislative palestinesi del 22 maggio

5 aprile 2021   http://english.pnn.ps/2021/04/05/palestinian-authorities-approve-applications-for-legislative-elections/

Il comitato elettorale palestinese ha annunciato domenica 4 di aver approvato tutte le 36 formazioni candidate alle tanto attese elezioni legislative fissate per il mese prossimo.  Le liste hanno avuto tempo fino a mercoledì 7 per presentare i loro candidati per le urne del 22 maggio.

Il voto fa parte dello sforzo da parte delle principali formazioni palestinesi, tra cui Fatah e Hamas, di rafforzare l’autorevolezza del governo palestinese.

La leadership palestinese è  divisa tra Fatah e Hamas dal 2006. All'epoca Hamas ha ottenuto una schiacciante vittoria alle elezioni parlamentari nella Striscia di Gaza assediata. Da allora Hamas gestisce l'enclave costiera densamente popolata, mentre Fatah ha sede nelle parti autonome della Cisgiordania occupata.

A gennaio, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha annunciato che le elezioni del 2021 riguarderanno  anche un voto presidenziale il 31 luglio e le elezioni del Consiglio nazionale previste per il 31 agosto.

I leader di quattordici gruppi politici palestinesi hanno già raggiunto un accordo sul meccanismo di svolgimento delle elezioni nei territori palestinesi occupati. Mentre Fatah e Hamas hanno raggiunto un accordo per il voto in Cisgiordania e Gaza, resta poco chiaro se i palestinesi di Gerusalemme Est occupata potranno votare. Abbas ha detto che non accetterà le elezioni nel caso che i palestinesi a Gerusalemme est non possano votare. Una tale garanzia è improbabile.

Le formazioni politiche palestinesi negli ultimi mesi sono state unite contro i tentativi di Israele, Stati Uniti e alcuni paesi arabi di minare la causa palestinese, denunciando qualsiasi forma di normalizzazione con il regime di occupazione come "una pugnalata alle spalle" non solo ai Palestinesi ma all'intero mondo musulmano.

NdR   Queste elezioni palestinesi avverranno in tre fasi distinte durante l’anno in corso 2021:

  • il 22 maggio le elezioni legislative, cioè quelle per eleggere i membri del consiglio legislativo (il parlamento palestinese)
  • Il giorno 31 luglio ci saranno le elezioni presidenziali
  • il 31 agosto, dopo un mese, ci saranno le elezioni del Consiglio nazionale palestinese, il PNC, che rappresenta l’organismo dell’OLP. Quando c’era Arafat, era lui che nominava personalmente tutti i membri del PNC, quindi è un Consiglio nominativo e non elettivo. Nessun PNC in questi anni ha avuto membri eletti , ma soltanto nominati dalle diverse formazioni palestinesi, ognuna prendeva la sua quota.

I palestinesi dell’esilio, della diaspora e dei campi profughi fuori dalla Palestina non avranno nessun modo di votare perché non sono registrati nei libri dell’autorità nazionale palestinese.