L’8 marzo in Palestina

Nella giornata internazionale della donna 43 donne palestinesi languono nelle carceri israeliane

http://zeitun.info/2020/03/09/nella-giornata-internazionale-della-donna-43-donne-palestinesi-languono-nelle-carceri-israeliane/

Secondo una dichiarazione rilasciata dall’Associazione per i Prigionieri Palestinesi (PPC) per rimarcare la Giornata Internazionale della Donna, attualmente 43 donne palestinesi languono nelle carceri israeliane.

Nella sua dichiarazione, il PCC ha affermato che dal 1967 Israele ha arrestato 16.000 donne palestinesi, aggiungendo che spesso esse sono sottoposte a torture.

Shorouq Dwayyat, di Gerusalemme est, e Shatila Abu Ayyad, del villaggio arabo di Kafr Qassim, che si trova all’interno di Israele, sono state condannate alla pena più lunga tra le donne prigioniere: entrambe scontano 16 anni di carcere.

Dichiarazione del Palestinian BDS National Committee:

Commemorando oggi la Giornata internazionale della donna, mettiamo in evidenza la leadership delle donne in Palestina e in tutto il mondo nelle lotte contro la militarizzazione, il colonialismo, la violenza della polizia e l'oppressione razziale, di genere, sociale ed economica

Guarda il nostro video sulle donne che guidano la lotta contro la militarizzazione

https://bdsmovement.net/emailblaster/sendy/l/7630rRVmlePtsdWCDTvXIIqA

Le dottrine militari e della sicurezza israeliana, l'addestramento e armi mortali hanno sostenuto in tutto il mondo per decenni squadre della morte, dittature militari, governi dispotici e regimi genocidi. Dall'America Latina all'India e al Myanmar, dal Ruanda e dal Sud Africa dell'apartheid al Sudan del Sud, e dagli Emirati Arabi Uniti e dall'Arabia Saudita all'Oman, armi israeliane, sistemi di sorveglianza, cyber-spionaggio o addestratori militari hanno permesso crimini di guerra, crimini contro l'umanità e altri gravi violazioni dei diritti umani.

Le donne che guidano i movimenti di giustizia in tutto il mondo riconoscono sempre più il coinvolgimento di Israele nei sistemi che li opprimono. Vedono sempre più la richiesta dei palestinesi di un embargo militare su Israele non solo come una richiesta da parte dei palestinesi, ma anche come legata alla loro liberazione e alle loro lotte per la giustizia.

Condividi il nostro video sulle donne che guidano la lotta contro la militarizzazione

https://bdsmovement.net/emailblaster/sendy/l/Scu9Z892FTKKIYz4o6WIHj8Q

Dagli anni 1920 ad oggi le donne palestinesi hanno avuto un ruolo di primo piano nel resistere al decennale regime di occupazione militare, colonialismo coloniale e apartheid di Israele, mentre contemporaneamente combattevano l'oppressione sociale, il sessismo, la discriminazione e il pregiudizio a livello nazionale.

In questo giorno importante, celebriamo la leadership creativa, persistente e stimolante delle donne in prima linea nelle nostre lotte sociali e politiche, organizzando, marciando e combattendo la militarizzazione e l'oppressione, alla ricerca di un mondo più giusto, bello e dignitoso

In solidarietà

Comitato Nazionale Palestinese BDS (BNC)