Ritorsioni: Israele minaccia il bando dei prodotti palestinesi

Economy, National News, 14 0ttobre 2019 http://english.pnn.ps/2019/10/13/israel-threatens-to-ban-palestinian-products/

Il governo israeliano ha minacciato di bandire i prodotti palestinesi dai mercati israeliani nel caso che non cessi il boicottaggio palestinesi su bestiame israeliano.

Il Coordinatore delle Attività di Governo nei Territori ha affermato che “Israele non consentirà il boicottaggio di alcun prodotto israeliano” aggiungendo che “A causa della decisione unilaterale dell’Autorità Palestinese che danneggia le economie di entrambe le parti, e dopo svariati tentativi svolti a diversi livelli per risolvere la questione, ho ammonito che se la situazione non ritorna alla normalità noi non consentiremo ai prodotti palestinesi di entrare in Israele”

Il portavoce dell’Autorità Palestinese Ibrahim Melhem non si è fatto impressionare dalla minaccia ed ha risposto che i palestinesi hanno tutti i diritti di diversificare l’acquisto. Nell’intento di rafforzare l’economia verso i prodotti arabi, l’AP da metà settembre ha vietato ai propri agricoltori di comprate mucche e pecore dall’agricoltura israeliana.

Melhem ha inoltre ribadito che la AP ha deciso un diverso approvvigionamento dei servizi medici: da quelli acquistati da ospedali israeliani rivolgersi invece a quelli di Giordania ed Egitto. Vine sottolineato che tali misure corrispondono alla strategia di lungo termine dell’AP di disimpegnarsi dall’economia israeliana e quindi dalla occupazione.

Traduzione e sintesi di Claudio Lombardi di Amicizia Italo-Palestinese