Maratona: quella dei coloni e quella dei palestinesi

Maratona di coloni

RAMALLAH, 19 ottobre 2019, 2019 (WAFA)

Venerdi 18 i militari israeliani hanno chiuso parti della strada Ramallah-Nablus, nota come Route 60 per consentire ad alcune decine di coloni di svolgere una maratona su tale arteria.

Il blocco dell’arteria ha causato grossi ingorghi in quanto Route 60 è la strada principale per i palestinesi per spostarsi dal sud della Palestina verso il centro ed il nord. Il traffico palestinese ha dovuto venire deviato su strade secondarie, spesso sconnesse.

Dagli accordi di Oslo in poi ai palestinesi non è stato consentito di viaggiare liberamente sulla Route 60 , che è costellata di posti di blocco quando la strada passa da aree a controllo palestinese ad aree a controllo militare israeliano. Israele ha realizzato tuttavia alcune “strade di bypass” che consentono un comodo transito al traffico israeliano evitandogli di passare attraverso la giurisdizione palestinese.  https://imemc.org/article/israeli-forces-close-main-west-bank-traffic-artery-for-settlers-marathon/

Diverso il trattamento riservato alla maratona palestinese

Fonte: maannews.com23 Marzo 2019

Oltre otto mila palestinesi insieme a numerosi visitatori internazionali provenienti da tutto il mondo hanno partecipato nel marzo scorso alla settima edizione della Free Movement Palestine Marathon, nella città sud-occidentale di Betlemme, nella West Bank.

I maratoneti sono partiti dalla Chiesa della Natività, nella Piazza della mangiatoia di Betlemme, e si sono fatti strada davanti al muro di separazione di Israele, che taglia gran parte della città, prima di passare attraverso il campo profughi di Aida e il villaggio di al-Khader.

Diverso però il trattamento riservato alla maratona palestinese rispetto a quella dei coloni: dal momento che l’Autorità Palestinese (PA) non controlla 42 chilometri continuativi nel distretto di Betlemme – la distanza di una piena maratona olimpica – la corsa ha dovuto svolgersi su un percorso continuativo di appena 11 chilometri.

Tuttavia, la maratona di quest’anno ha superato gli 8mila partecipanti da 76 paesi diversi, quali Ucraina, Francia, Gaza, Egitto, Giordania, Kuwait, Qatar, Emirati Arabi Uniti, Marocco, Oman con una percentuale delle partecipanti femminili che ha superato quella maschile, con il 59,7% rispetto al 49,3%.   https://palestino.altervista.org/migliaia-i-partecipanti-alla-settima-edizione-della-free-movement-palestine-marathon/

Maratona a Betlemme

Le restrizioni ai palestinesi anche campo sportivo non finiscono qui. Conviene ricordare che a settembre il campionato nazionale palestinese di calcio ha dovuto essere cancellato a causa della esclusione del Khadamat Rafah, squadra di Gaza a cui è stato impedito da Israele di spostarsi per i  pochi chilometri che separano Gaza dalla West Bank dove il campionato aveva luogo. (NdR)

La squadra del Khadamat Rafah,

 Traduzioni e sintesi di Claudio Lombardi di Amicizia Italo-Palestinese