Dalla Palestina Occupata

Uccisi due adolescenti alla Grande Marcia - Nuove minacce per la Scuola di Gomme - Rapporto settimanale sulle violazioni dei Diritti Umani da parte di Israele - Espansione dell’insediamento nel cuore di Hebron

Alla Grande Marcia di venerdi 30 agosto uccisi due adolescenti palestinesi, che porta a 267 il numero di uccisi dai cecchini isareliani. Decine i feriti da proiettili vivi e inalazioni di gas lacrimogeni. Questa volta c’erano anche carri armati e aerei nella supposizione che i dimostranti violassero la distanza di 300 metri dal confine e tirassero pietre a cecchini e soldati https://www.middleeastmonitor.com/20190330-todays-great-march-if-return-is-a-turning-point-in-palestinian-collective-memory/

Nuove minacce alla Scuola di Gomme

da: Vento di Terra , 29 ago 2019    Improvvisamente la tensione ad Al Akmar è tornata alta. Mercoledì 21 agosto all'ingresso del campo è comparsa una scritta che definisce il villaggio “area sotto fuoco” o conflitto armato, accompagnata da un teschio. Lo stesso avvertimento è comparso all’ingresso di altri villaggi beduini che si affacciano sull’autostrada A1, non è chiaro se l’azione sia attribuibile all’Esercito israeliano o a qualche milizia privata. L’anno scolastico peraltre è iniziato regolarmente e la scuola è giornalmente frequentata da 155 alunni delle elementari e 14 che fanno capo alla nuova aula riservata alla materna.

Il governo israeliano blocca la costruzione di una scuola superiore.    Accade a al-Zarnug nel Negev, villaggio beduino palestinese. Ciò a seguito di pressioni da parte di un gruppo di destra, riporta Haaretz. da: Palestine Chronicle, 26 agosto, http://www.palestinechronicle.com/israel-stops-construction-of-new-school-in-bedouin-village-under-rightwing-pressure/

Scritte minacciose alla Scuola di Gomme

Rapporto settimanale sulle violazioni dei Diritti Umani da parte di Israele nei Teeritori Palestinesi Occupati

A cura del Centro Palestinese per i Diritti Umani (PCHR: Palestinian Center for Human Rights) il Rapporto viene pubblicato settimanalmente ed è consultabile su: https://pchrgaza.org/en/?cat=47

Eccone la sintesi, pubblicata il 25 agosto, per quanto riguarda i fatti dal 8 al 21 agosto:

  •  2 Palestinesi uccisi nella West Bank, di cui uno minorenne con il il pretesto di accoltellamenti e tentativi di investire con auto
  •  Grande Marcia del Ritorno a Gaza: 85 civili feriti, di cui 25 minorenni e 6 donne
  •  West Bank, compresa Gerusalemme Est: 73 civili feriti, compreso un attivista coreano
  •  189 incursioni nella West Bank con arresto di 86 civili, tra cui 4 minorenni ed una donna
  •  2 case demolite e 20 strutture di cui viene annunciata la demolizione in Gerusalemme Est occupata. A Betlemme notificato lo stop ai lavori di costruzione di 3 case
  •  6 incidenti a fuoco contro barche da pesca palestinesi nel mare di Gaza
  • • 46 checkpoints volanti installati nella West Bank, con l’arresto di 2 civili palestinesi

Per i dettagli su questi fatti: https://imemc.org/article/pchr-weekly-report-on-israeli-human-rights-violations-in-the-occupied-palestinian-territory-08-21-august-2019/

Israele appoggia l’espansione dell’insediamento nel cuore di Hebron

Lo riporta il Jerusalem Post. Netanyahu ha dato disposizioni di consentire ai coloni di registrare la metà dell’edificio di tre piani di fronte alla Moschea di Abramo in riconoscimento delle richeste dalla ditta che afferma di averlo comprato da proprietari palestinesi.  https://www.middleeastmonitor.com/20190826-israeli-authorities-advance-planned-settler-expansion-in-heart-of-hebron/

Traduzioni e sintesi a cura di Claudio Lombardi