A settembre in Israele elezioni sulla pelle di Gaza

Mentre venerdi 23 agosto a Gaza sono 70 i feriti tra gli 8mila partecipanti alla Grande Marcia, ministro israeliano dichiara che la prossima offensiva su Gaza sarà peggiore di quella del 2014

https://www.middleeastmonitor.com/20190821-israel-minister-next-gaza-offensive-will-be-harsher-than-2014/

21 agosto 2019. In una intervista rilasciata martedi 20 all’agezia di estrema destra Arutz Sheva, l’attuale ministro israeliano della scienza e della Tecnologia Ophir Akunis ha dichiarato che il prossimo attacco a Gaza sarà anche più severo della guerra del 2014. A proposito della insofferenza delle componenti palestinesi per la lentezza con cui procede il concordato allentamento del blocco sulla striscia Akunis ha detto “ad Hamas faremo capire” le azioni di Israele. Ha detto Akunis che Hamas “ci ha voluto mettere alla prova nelle scorse due settimane”, riferendosi ad alcuni incidenti in cui giovani gazawi disperati hanno svolto azioni armate al confine di Gaza.  “Le elezioni non rallenteranno le nostre azioni contro la striscia di Gaza. Deve essere chiaro che la nuova offensiva da parte nostra sarà assai più aggressiva dell’operazione Margine Protettivo e di Pilastro di Difesa.“   L’operazione Pilastro di Difesa del 2012 Israele uccise 165 palestinesi mentre in Margine Protettivo del 2014 ne uccise 2200 di cui 500 minori.

Trionfi di Netanyahu a Gaza

Benny Gantz: Netanyahu troppo debole su Gaza  https://www.middleeastmonitor.com/20190817-israels-gantz-netanyahu-weak-on-gaza/

17 agosto 17, 2019 Benny Gantz, già capo di stato maggiore dell’esercito durante l’offensiva Margine Protettivo del 2014, leader del partito Blu e Bianco all’opposizione, concorre alla carica di primo ministro alle prossime elezioni politiche del 17 settembre. Così ha twittato : “Personaggi che si mostrano deboli nei confronti di Hamas a Gaza rischiano di condurci ad una ondata di orrore nella West Bank” riferendosi ad incidenti recenti accaduti nella Palestina Occupata, in cui tre coloni sono stati investiti da una jeep di palestinesi. Ha aggiunto:”Il governo di Natanyahu, Smotrich(trasporti) e Regev (cultura) non sarebbero in grado di far fronte ad una tale ondata di violenze”. Si è augurato di poter formare “un governo forte di sicurezza che riguadagni la deterrenza come criterio” se sarà eletto primo ministro alle elezioni politiche del 17 settembre. In una recente conferenza Gantz ha criticato la politica di Netanyahu nei confronti di Gaza assediata dichiarando “La deterrenza è stata sostituita da un balbettìo che non fa uso del potere offensivo di Israele”. Anche sull’Iran ha voluto mostrarsi più aggressivo di Natanyahu dichiarando “ le implicazioni delle politiche moderate del primo ministro si stanno vedendo anche negli altri teatri” riferendosi all’Iran.

Ayman Odeh, leader della Lista Araba Unita aveva dato a Blu e Bianco una disponibilità ad una maggioranza di governo, proposta rigettata da Blu e Bianco.

Una ragazza israeliana di 17 anni è morta e il padre ed il fratello gravemente feriti è il bilancio delle scoppio di un ordigno lanciato, pare, da un’auto presso la colonia di Dolev, presso Gerusalemme  nella Palestina Occupata il 22 agosto. (da Michele Giorgio, facebook)

Traduzione e sintesi a cura di Claudio Lombardi, Associazione di Amicizia Italo-Palestinese