Germania: giornalista e attivista BDS palestinese bandito dagli eventi pro-Palestina

https://www.middleeastmonitor.com/20190624-germany-to-expel-palestinian-journalist-over-bds-support/

http://palaestina-solidaritaet.de/2019/06/24/repression-gegen-palaestinenserinnen-in-deutschland-palaestinensischer-schriftsteller-khaled-barakat-darf-nicht-sprechen/

La Germania ha bandito lo scrittore e giornalista palestinese Khalid Barakat e sua moglie Charlotte Keats dal partecipare agli eventi pro Palestina per il loro sostegno al movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS).

Barakat ha vissuto nella capitale tedesca Berlino per 18 mesi e lavora come libero professionista, mentre sua moglie è un coordinatore internazionale per Samidoon - un gruppo di media palestinesi che sostiene i prigionieri palestinesi. Entrambi sono stati accusati di sostenere il BDS, ha riportato ieri Arab 48.

La polizia tedesca ha arrestato Barakat sabato mentre si dirigeva a un evento sulla Palestina, organizzato da un certo numero di comunità arabe nella capitale tedesca.

Secondo Arab 48, la polizia tedesca ha informato Barakat che gli è stato vietato di partecipare a eventi politici o culturali, così come incontri familiari con più di dieci partecipanti. Se rompe queste restrizioni, sarà detenuto per un anno e costretto a pagare una multa.

Non è stato espulso, ma deve astenersi di ogni attività (anche la semplice partecipazione) politica, non soltanto eventi BDS.

A Barakat è stato presentato un documento di otto pagine in cui si afferma che non può parlare di persona o per video, partecipare ad incontri o eventi politici, o anche partecipare ad incontri sociali di più di 10 persone fino al 31 luglio (sembra la scadenza del suo permesso di soggiorno); Gli è stato detto che le violazioni possono essere punite con la reclusione fino a un anno.

Secondo la legge tedesca, gli stranieri possono essere esclusi dall'attività politica se possono danneggiare la "sicurezza o stabilità" della Germania.

Il documento accusa inoltre Barakat di essere un membro del PFLP.(anche se non proibito in Germania).

siamo arrivati a questi livelli con la cosiddetta colpa collettiva del popolo tedesco nei confronti del "popolo ebraico" (però leggasi Israele)

ndr