Palestina e Gaza: un Aprile di vessazioni israeliane

2 aprile 2019 Israele dichiara il programma di inviare 250.000 coloni nel Golan occupato http://www.bocchescucite.org/israele-ha-in-programma-di-inviare-250-000-coloni-nel-golan-occupato/ “Agenzia stampa Infopal – www.infopal.it”     Il piano sarà implementato nei prossimi 30 anni, in coincidenza con il 100° anniversario della fondazione di Israele.include la costruzione di due nuovi insediamenti per soli ebrei nel Golan insieme a migliaia di unità abitative, e progetti di trasporti e turismo.

10 Apr Al via uno dei maggiori progetti coloniali con la confisca di nuovi territori presso Hebron https://imemc.org/article/part-of-one-of-biggest-colonialist-projects-israel-issues-orders-illegally-confiscating-401-dunams-of-lands-near-hebron/    Si tratta di 401 Dunams (40 ettari) di terra palestinese confiscati per farci una strada per soli ebrei per poi confiscare altri 1273 Dunams (120 ettari) come nel progetto di collegare la parte meridionale della Cisgioordania occupata con le colonie di Gush Etzion Bloc, e Gerusalemme Est occupata.and occupied Jerusalem.  Le autorità israeliane sostengono che questa strada sarà di “pubblico interesse” e garantirà “sicurezza sia per i coloni che per i palestini”, cioè sarà vietata ai palestinesi.  Questa strada determinerà l’isolamento del campo profughi di ‘Arroub e della città di Beit Ummar town, north of Hebron, porterà alla distruzione di frutteti e tenute palestinesi, passerà dentro quartieri delle comunità palestinesi di Khirbat Um Tala’, Khirbat Breqout, Beit Za’ta, Jabal Abu Souda, Freidis, Jabal al-Qarn and Wad ash-Sheikh.   L’importanza strategica di questa strada è quella di collegare la cosidetta “Grande Gerusalemme” con il blocco coloniale di Keryat Arba’ e Karmie

10 Aprile 2019  Diecine di soldati insieme a consiglieri comunali (eletti dai soli ebrei)irrompono in abitazioni palestinesi nel cuore di Gerusalemme brandendo ordini di demolizione https://imemc.org/article/israel-issues-demolition-orders-against-several-homes-in-jerusalem/

Demolizione di casa palestinese

 

11 Aprile, 2019 Storica moschea convertita da Israele in bar e sala eventi   https://daysofpalestine.com/post/12029/israel-converts-historical-mosque-into-a-bar-and-events-hall    Si tratta di una delle principali moschee della nella città araba di Safed, occupata dalle squadre paramilitari sioniste nel 1948 che ne espulsero con la violenza i 12mila abitanti. La moschea fu convertita prima in scuola ebraica, poi in sede del Likud, poi in magazzino. La moschea è ora resa disponibile per ogni tipo di riunione tranne che per preghiere da parte dei musulmani

13 aprile 2019 Coloni ebrei rubano pecore dei palestinesi nella valle del Giordano http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2019/04/13/i-coloni-ebrei-rubano-pecore-dei-palestinesi-nella-valle-del-giordano/?    Un’orda di coloni ebrei estremisti venerdì 12 ha rubato una pecora appartenente a un pastore palestinese nella parte settentrionale della Valle del Giordano. Khairi Abu Muhsen, il figlio del pastore, ha detto che un gruppo di coloni ha inseguito una pecora di suo padre, l’ha messa in una macchina e se ne sono andati. Coloni ebrei che vivono in insediamenti illegali nella valle del nord del Giordano brutalizzano i pastori e gli agricoltori palestinesi quasi ogni giorno sotto la protezione militare, e talvolta uccidono o rubano bestiame.  Il 14 marzo un contadino il cui terreno è vicino alla colonia illegale di Havat Gilad, presso Nablus, aveva trovato il suo pozzo inquinato da carcasse di alcune delle sue pecore che vi erano state gettate dentro dopo essere state sventrate.

 15 apr 2019   Coloni giustiziano un palestinese http://nena-news.it/cisgiordania-btselem-accusa-coloni-hanno-giustiziato-palestinese/?fbclid=IwAR269sj2jn7TjxjwozqUeZsuheLTBqsp-p0rcboc5gUCkCmfdI6TKJDb0Ec    In un rapporto pubblicato il 14 aprile B’Tselem organizzazione israeliana per i diritti umani ha fatto sapere che il 23enne palestinese Mohammad Abdel Fattah sarebbe stato ucciso a sangue freddo lo scorso 3 aprile da due settler. Secondo la versione dell’esercito l’uomo, ferito dopo aver lanciato una pietra contro la macchina di uno dei presunti assassini, voleva compiere un attacco con un coltello. Secondo lo studio di B’Tselem, Abdel Fattah sarebbe rimasto ferito da un primo colpo di pistola esploso dall’interno della macchina che aveva colpito con una pietra. L’autista della vettura, il colono e attivista di destra Yehoshua Sherman, sarebbe quindi uscito dall’auto, si sarebbe avvicinato al giovane palestinese che era a terra ferito per il colpo d’arma da fuoco ricevuto e gli avrebbe sparato un’altra volta. Un altro colono avrebbe quindi raggiunto Sherman e, dopo essere uscito dal suo camion, avrebbe esploso contro il palestinese altri colpi di pistola. Successivamente sarebbero giunte sul posto alcune jeep militari che avrebbero fatto ricorso ad alcune granate stordenti per dispendere i palestinesi che avevano cominciato ad ammassarsi nell’area. Abdel Fattah, gravemente ferito, sarebbe quindi stato trasferito all’ospedale israeliano Beilinson di Petah Tikva dove però sarebbe deceduto poco dopo. I soldati israeliani hanno poi provveduto a cancellare i contenuti del video dell’accaduto, registrato da telecamere presenti.

17 Aprile    A Beit Hanina, quartiere di Gerusalemme Est occupata, bulldozers israeliani scortati da polizia demoliscono una casa palestinese.    La famiglia, di 7 persone, è restata senza casa. Per la casa, costruita 11 anni fa, le autorità avevano chiesto una multa di 40mila shekels (10mila euro)  http://www.maannews.com/Content.aspx?id=783247

17/04/2019  Costruzione di una nuova installazione militare alle porte del villaggio palestinese di At-Tuwani, a sud di Hebron. http://www.bocchescucite.org/iniziata-la-costruzione-di-una-nuova-installazione-militare-alle-porte-del-villaggio-palestinese-di-at-tuwani/    Ciò vuol dire che vi arriverà presto una nuova colonia illegale. Nel pomeriggio l’esercito israeliano ha impedito ai contadini palestinesi di At-Tuwani di completare il raccolto sulle loro terre nella valle di Humra, vicino all’avamposto illegale di Havat Ma’on.  I soldati israeliani hanno aggredito e allontanato i contadini, cercando di arrestarne alcuni. Un’anziana signora palestinese é stata colpita da un lacrimogeno e trasferita in ospedale.

19 Aprile 2019    Soldati sparano a Kafr Qaddum, presso Nablus contro una manifestazione per la riapertura della strada principale di accesso, sbarrata per comodo della vicina colonia illegale. Feriti anche due internazionali   https://palsolidarity.org/2019/04/protesters-take-the-hilltop/

23 Aprile a Tuqu, nel sud, soldati sparano a 16enne ammanettato e con gli occhi bendati   https://t.co/Gsak7OM1B6

 24 Aprile presso Jenin arrestati ed imprigionati tre minori, di 15,16e 17 anni,picchiati nel corso di interrogatori e poi imprigionati nella prigione di Majeddo https://t.co/zh8H9AXUnS

24 Aprile a Nablus soldati sparano pallottole ricoperte e feriscono 11 palestinesi tra cui un bambino di due nesi  https://t.co/4aZJjKtSf9

 Venerdi 26 Aprile 2019 Espulsione del direttore di Human Rights Watch http://www.palestinemonitor.org    s.php?id=if4fula22523yloin9j5vz    Il governo israeliano ha decretato l’espulsione di Omar Shakir, cittadino statunitense, direttore di Human Rights Watch, ONG per i Diritti Umani di Israele e Palestina dall’ottobre 2016. L’accusa è di favorireggiamento pubblico di BDS, cioè il boicottaggio di Israele, accusa energicamente respinta da Shakir.  Un comunicato stampa di B’Tselem -Centro Informazioni sui Diritti Umani nei Territori Occupati-dichiara che questo provvedimento “ colloca Israele nell’infame gruppo di nazioni che ostacolano le attività delle organizzazioni per i diritti umani”

27 4  Le autorità israeliane annunciano con grande enfasi l’apertura del nuovo checkpoin di Qalandia tra Ramallah e Gerusalemme, il più grande posto di blocco della Cisgiordania. La struttura è più ampia e i controlli sono biometrici, ciò che fa diminuire i tempi di controllo e di coda. Un funzionario dell’Autorità Palestinese: “Israele non può avere un database elettronico di persone che non sono suoi cittadini e che non votano alle elezioni” https://www.timesofisrael.com/israel-opens-new-qalandiya-checkpoint-phasing-out-inadequate-crossing/

 A Gaza

2 aprile  Motovedette israeliane colpiscono pescherecci palestinesi con idranti ad acqua fetida.http://www.maannews.com/Content.aspx?id=783077    L’attacco è avvenuto a 12 miglia dalla costa. Si è trattato del primo attacco da parte Israelianna da quando la zona di pesca permessa è stata allungata a 15 miglia. Gli Idranti ad acqua fetida vengono usati da Israele come armi non letali di controllo di folle a partire dal 2008. La puzza del liquido adoperato rimane per settimane sulla pelle, sui vestiti, muri e suppellettili.

5 Aprile La riduzione delle restrizioni non porta miglioramenti ai pescatori di Gaza https://mondoweiss.net/2019/04/fishermen-loosening-restrictions/   Il primo di aprile Israele ha raddoppiato la distanza a cui possono pesvare i gazawi estendendola in certi punti fino a 15 miglia. Tuttavia, nelle zone più vicine all’Egitto ed a Israele la distanza è tuttora ridotta a 1 miglio e si tratta delle zone più ricche di pesce. Giovedi 4 aprile Ma’an News ha riferito che la marina israeliana ha fatto fuoco contro pescatori a due miglia dalla costa in un luogo dove il permesso di pesca è a 6 miglia. Dall’anno 2000 sono 1283 gli abusi della marina israeliana, comprendenti l’uccisione di 8 pescatori, il ferimento di di 134, arresto di 658 e requisizione o distruzione di 208 barche da pesca. Sono 3500 i pescatori di Gaza che lavorano con un migliaio di barche.

Motovedette israeliane ostacolano la pesca, requisiscono barche, sparano sui pescherecci

18 Aprile 2019   Soldati israeliani dalle torri di controllo hanno aperto il fuoco contro contadini palestinesi che stavano lavorando la loro terra a Khuzaa nella zona di Khan Younis nella parte sud di Gaza.https://www.maannews.com/Content.aspx?id=783249

23 Aprile Nel corso del venerdi 19 della Grande Marcia colpito alla testa un paramedico e altri 33 feriti.

26 Aprile    Nel 56esimo venerdi della Grande Marcia i cecchini israeliani feriscono 110 civili tra cui 37 minori, 3 donne, 4 paramedici, 1 giornalista. Due dei feriti sono in gravi condizioni.  https://imemc.org/article/on-56th-friday-of-great-march-of-return-and-breaking-siege-israeli-forces-wound-110-civilians-including-37-children-3-women-4-paramedics-and-journalist/

29 aprile    Motovedette israeliane hanno aperto il fuoco su pescherecci gazawi nella parte nord di Gaza http://www.maannews.com/Content.aspx?id=783077

2 maggio 2019    Torna a salire la tensione nella Striscia di Gaza dove nella notte del 1 maggio l’aviazione israeliana ha compiuto alcuni raid aerei contro obiettivi di Hamas a cui ha fatto seguito il lancio da parte palestinese di due razzi verso il sud d’Israele. L’esercito di Tel Aviv ha fatto sapere in una nota che i suoi bombardamenti sono stati una risposta ai palloni incendiari lanciati poche ore prima dalla Striscia verso il confinante territorio israeliano.  Quanto avvenuto stanotte giunge a distanza di due giorni dalla decisione d’Israele di ridurre l’area di pesca consentita ai gazawi dalle 15 alle 6 miglia nautiche in seguito al lancio lunedì di un missile palestinese (atterrato in acque israeliane). Secondo Tel Aviv, il razzo era stato lanciato dalla Jihad Islamica: una dichiarazione “sorprendente” se si pensa che l’esercito addossa di solito la colpa di ogni attacco ad Hamas. nena news

Traduzioni e sintesi a cura di Associazione di Amicizia Italo-Palestinese