Come Israele riesce a fare profitti con i razzi da Gaza

Come già fatto con i palloncini incendiari da Gaza, di cui Israele ha saputo approfittare per dichiararsi vittima di incendi spaventosi e farsi mandare altri soldi da tutto il mondo, un’altra fonte di profitto viene ricavata dai i razzi recentemente lanciati da Gaza che hanno colpito il territorio israeliano.
In questo caso i materiali residuati dei razzi vengono utilizzati per forgiare gioielli.
Ecco come vengono presentati nelle newletter sioniste:
“Ricavati da Razzi Qassam, ecco magnifici gioielli ciascuno di essi denso di significati, essendo il risultato della trasformazione di un'arma da guerra e distruzione in un oggetto di speranza, fede, ed orgoglio ebraico!”
La vendita dei monili, tra i 30$ ed i 70$, viene accompagnata da invocazioni messianiche:
“Dei 5mila razzi e colpi di mortaio sparati su Israele negli anni recenti, il sistema di difesa Iron Dome (Cupola di Ferro) ha intercettato il 90% di quelli più pericolosi. Il segreto di Iron Dome risiede non solo nella sofisticata tecnologia israeliana, ma nella protezione Divina che consente alla nazione di Israele di sopravvivere nei secoli. Viene avverato così il verso biblico di Isaia /2:4): “...ed essi fonderanno le loro spade trasformandole in aratri”


da: World Israel News 28/3/19