Roger Waters sostiene una causa per crimini di guerra contro l’israeliano Benny Gantz

di Ali Abunimah

The Electronic Intifada, 02.02.2019

https://electronicintifada.net/blogs/ali-abunimah/roger-waters-backs-war-crimes-lawsuit-against-israels-benny-gantz

A sostegno del diritto della famiglia Ziada nel loro giorno in tribunale in Olanda, corrisponderò qualsiasi contributo finanziario alla campagna legale fino al raggiungimento dell’obiettivo.Vinceremo, con affetto! R.

Ali Abunimah, 2 febbraio 2019

La rockstar Roger Waters dà sostegno finanziario a una causa per crimini di guerra nei Paesi Bassi contro Benny Gantz, l’ex capo dell’esercito in corsa per diventare il prossimo primo ministro israeliano.

Lo scorso anno, Ismail Ziada, cittadino palestinese-olandese, sotto la giurisdizione universale della legge dei Paesi Bassi ha intentato causa contro Gantz e l’ex capo dell’aviazione israeliana Amir Eshel.

La denuncia accusa Gantz ed Eshel di essere i responsabili di un attacco aereo del 20 luglio 2014 che distrusse la casa della famiglia Ziada nel campo profughi di al-Bureij, nel centro di Gaza, uccidendo sei membri della famiglia di Ismail Ziada, inclusa sua madre, e una settima persona che era in visita.

Una campagna di crowdfunding a nome degli avvocati per i diritti umani che hanno presentato il caso punta a raccogliere circa 60.000 dollari per coprire le spese legali.

“A sostegno del diritto della famiglia Ziada nel loro giorno in tribunale in Olanda, corrisponderò qualsiasi contributo finanziario alla campagna legale fino al raggiungimento dell’obiettivo”, afferma Waters nell’adesione sul sito web della campagna.

Ismail Ziada ha citato in giudizio due generali israeliani per la morte di sei parenti durante l’attacco israeliano del 2014 a Gaza. (via Facebook)

L’attacco è avvenuto durante l’assalto israeliano contro la Striscia di Gaza durato 51 giorni e comandato da Gantz, che provocò la morte di oltre 2.200 palestinesi, tra cui oltre 500 bambini.

A novembre, gli avvocati dei generali israeliani hanno presentato una risposta che ignora l’argomento chiave di Ziada secondo cui il bombardamento era illegale e un crimine di guerra ai sensi del diritto internazionale.

Invece, i generali rivendicano il diritto all’immunità e contestano la giurisdizione del tribunale olandese.

A differenza di Ziada, i due generali disporranno di risorse illimitate per combattere lo sforzo di ritenerli responsabili, poiché il governo israeliano paga le loro spese legali.

Orgoglioso assassino

Se da una parte Gantz cerca di scansare le responsabilità per le sue azioni, dall’altra resta orgoglioso del suo record di uccisioni – vantandosi nei video che lanciano la sua campagna elettorale della distruzione e del numero di morti che ha causato a Gaza.

Gantz sta salendo rapidamente nei sondaggi e ora viene visto come se davvero avesse una possibilità di spodestare nelle elezioni di aprile il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu afflitto dallo scandalo.

L’ascesa di Gantz è indubbiamente aiutata da una copertura mediatica compiacente, compresa quella del noto quotidiano israeliano Haaretz.

Il comitato di redazione di Haaretz ha dato a Gantz un sostegno a tutto tondo, elogiando il criminale di guerra sotto accusa di offrire “una concreta leadership alternativa a Benjamin Netanyahu”.

Non c’è dubbio che, man mano che Gantz acquisirà statura politica, i media internazionali si uniranno ad Haaretz per imbiancarlo.

Reuters sta già descrivendo apertamente il partito Hosen Le Yisrael di Gantz (Israel Resilience) come “centro della strada”.

In un tweet, Haaretz ha anche descritto Gantz come uno che sta portando alla ribalta “la salute mentale e la normalità che molti israeliani bramano”.

Questo ha scatenato la battuta di un utente di Twitter: “visto che Gantz si vantava del numero dei palestinesi che ha ucciso, questo dovrebbe dare un’idea di quello che gli israeliani considerano normale e sano di mente”.

 

Traduzione di Simonetta Lambertini – invictapalestina.org

https://www.invictapalestina.org/archives/35344