Agitare l’antisemitismo è vitale per i sionisti

“Oggi possiamo constatare il risultato della politica sionista: Israele è uno degli stati in cui gli ebrei sono meno sicuri e la politica di Israele contribuisce a un clima di insicurezza per molti ebrei che vivono in altri paesi. Da qui la domanda: ben lungi dall'essere un baluardo contro l'antisemitismo, il sionismo, al contrario, non lo favorisce?” (dalla lettera di Jean-Guy Greilsammer, già presidente dell'unione ebraica francese per la pace, al presidente francese Macron che aveva equiparato l’antisionismo all’antisemitismo)

Ma l’antisemitismo conviene ai sionisti. Così la newsletter sionista WIN (World Israel News) del 20/8/2017:

“Gli ebrei inglesi si sentono sempre più minacciati dall’antisemitismo e sono alla ricerca di vie di scampo. In una indagine su un campione di 2mila ebrei britannici risulta che in un terzo della popolazione ebraica della Gran Bretagna cresce la paura di crimini antisemiti e si avverte la sensazione del fallimento delle politiche di estirpazione dell’antisemitismo, tanto che molti prendono in considerazione di abbandonare la Gran Gretagna. Il 52 percento degli Ebrei britannici dichiarano che il Crown Prosecution Service (CPS), organismo per combattere l’antisemitismo, non fa abbastanza per combattere i crimini antisemiti. Quattro ebrei su cinque considerano che sentimenti antisemiti abbiano modo di allignare nelle fila del partito laburista”.    Più oltre tuttavia nel medesimo articolo si ammette che: “Da una ricerca pubblicata da CAA (Campaign Against Antisemitism) risulta che l’antisemitismo, nelle diverse forme in cui si esprime, è in calo negli ultimi 3 anni”  https://worldisraelnews.com/1-3-british-jews-considered-leaving-uk-anti-semitism/?


In  ogni sua edizione la newsletter sionista WIN mette in evidenza il seguente appello:

Gli Israeliani sono sotto attacco. La Intifada dei coltelli è l’ultimo risultato della campagna di odio nei confronti di israeliani innocenti. Gli israeliani vengono accoltellati, sparati, investiti. Ma il mondo tace. Aiutate Israele a combattere e vincere la guerra contro il terrore!

Moshe Dayan, capo dell’esercito israeliano nel 1967: “... mantenere un alto livello di tensione fra la nostra popolazione e nell'esercito. Israele si deve inventare i pericoli…..