Criteri per l’ingresso negato in Israele

foto

Lunedì scorso (24.7.) il Ministero dell'Interno ha pubblicato un elenco di criteri che determinano quali organizzazioni e attivisti rientrano nel controverso nuovo divietod’ingresso. Le organizzazioni saranno, secondo questi criteri, quelle che promuovono un boicottaggio "attivamente, costantemente e continuamente".

Il documento tuttavia osserva che solo perché un'organizzazione è "anti-Israele o pro-palestinese, o ha un’agenda critica alla politica di governo israeliana", non è una sufficiente per bandire i suoi membri dal paese.

Il divieto degli attivisti BDS, secondo il documento, si applicherà ad attivisti di quelle organizzazioni che sono state definite, nonché ad attivisti indipendenti che soddisfano uno dei seguenti criteri:

  1. Svolgono posizioni di alto livello nelle organizzazioni definite;
  2. Sono attivisti chiave nel movimento del boicottaggio, indipendentemente dal fatto che operano indipendentemente o attraverso le organizzazioni indicate;
  3. Sono figure di estabilishment (come p.es. sindaci) che sostengono apertamente un boicottaggio;
  4. Operano per conto di organizzazioni indicate.

Un elenco completo delle organizzazioni che sono state oggetto della nuova legge sarà pubblicato nel prossimo futuro, ha dichiarato una portavoce del Ministero degli affari strategici.

Traduzione: Leonhard Schaefer

read more: http://www.haaretz.com/israel-news/.premium-1.803427?utm_content=%2Fisrael-news%2F.premium-1.803427&utm_medium=email&utm_source=smartfocus&utm_campaign=newsletter-most-read