Arrestatemi- arrivo il 21 marzo prossimo

Dopo l’approvazione della legge anti- boicottaggio da tutto il mondo arrivano proteste e lettere ai giornali israeliani : ebrei -anche rabbini- che sostengono il boicottaggio di Israele e che prevedono di essere arrestati all’arrivo in Israele, ndr.

Haaretz 16.3.2017

 http://www.haaretz.com/opinion/letters/1.777102

"Dal 1973 ho fatto volontariato in Israele… Dopo aver lavorato nei kibbutzim israeliani, dal 2001 lavoro nei villaggi palestinesi con mamme, papà, bambini aiutandoli a sopravvivere guerre, incursioni, razzi, occupazione. Ora sono "sorella" e "zia" per molti in Cisgiordania, so che vogliono le stesse cose che voglioio: la sicurezza, la stabilità ..la speranza ... una vita dignitosa ... un futuro per il le loro prossime generazioni.

Insediamenti e occupazione negano queste cose sia ai palestinesi che israeliani. Danni finanziari, sociali, economici, culturali e psicologici devastano sia l'occupante che l'occupato.

Non sostengo il movimento BDS... Però agisco e sostengo il boicottaggio degli insediamenti. Imploro tutte le persone che si rispettano: Boicottate i prodotti provenienti dagli insediamenti israeliani. Acquistate prodotti dai palestinesi.

Sto scrivendo questo pienamente "consapevole della possibilità" che il mio appello "ha una ragionevole possibilità di condurre all'invito di un boicottaggio."

Arrivo al Ben Gurion Martedì, 21 marzo col volo UA954"

Judy Bamberger, Australia