Veolia: gara pubblica nella "Città della Pace e Giustizia"

AIC - Alternative Information Center
07.05.2012
http://alternativenews.org/italiano/index.php/topics/economy-of-the-occupation/3577-veolia-gara-pubblica-nella-qcitta-di-pace-e-giustiziaq

Veolia: gara pubblica nella "Città di Pace e Giustizia"

da Al Haq
 

In qualità di organizzazione palestinese dedita alla protezione e alla promozione dei diritti umani nei Territori Palestinesi Occupati (OPT), Al-Haq è seriamente preoccupata per la partecipazione di una filiale del Gruppo Veolia nella gara di trasporti pubblici nella città dell'Aia.

                       veoliaenvironment

In un comunicato stampa emesso il 27 aprile 2012, il Stadsgewest Haaglanden, l’autorità olandese locale della città dell'Aia ha annunciato che le compagnie di trasporti HTMbuzz e Veolia Transport Nederland Openbaar Vervoer stanno prendendo parte alla gara per l’assegnazione della gestione dei trasporti pubblici. La gara in questione includerà tutto il servizio di autobus pubblici nel distretto della città dell'Aia.

 

Al-Haq si oppone fortemente alle attività di Veolia Environment — multinazionale francese che fornisce infrastrutture alle autorità israeliane locali attraverso la filiale Veolia Transdey — in quanto coinvolta nella costruzione di una linea di tram che collega Gerusalemme Ovest agli insediamenti illegali a Gerusalemme Est e in Cisgiordania. La cosiddetta infrastruttura contribuisce all'annessione illegale da parte di Israele di Gerusalemme Est. Altre compagnie all'interno del Gruppo Veolia forniscono trasporti e servizi, come la raccolta dei rifiuti, agli insediamenti illegali israeliani della Cisgiordania. 

Veolia Transport Nederland è una filiale interamente di proprietà della società madre francese Veolia Environment, il che significa che quest'ultima esercita pieno controllo sulla gara della compagnia. Prendendo in considerazione che il Gruppo Veolia si presenta internazionalmente come compagnia che opera come singola entità aziendale, includendo perciò tutte le filiali, sarà il Gruppo Veolia nel suo complesso a beneficiare dei profitti generati attraverso lo sfruttamento della concessione dei trasporti pubblici per il distretto della città dell'Aia, ma il contratto dovrebbe essere assegnato a Veolia Transport Nederland. 

La partecipazione di una compagnia dalla contestata reputazione e coinvolta in attività illegali nei TPO nella gara dei trasporti pubblici dell'Aia è particolarmente problematica, vista la reputazione della città come "Città internazionale della pace e della giustizia". Commentando la questione, il presidente di Al-Haq Shawan Jabarin ha dichiarato: "Come può la città dell'Aia pensare di fornire ai suoi cittadini e agli impiegati delle istituzioni internazionali, corti e tribunali incaricati di contribuire alla pace e alla giustizia in tutto il mondo, un servizio pubblico di trasporto che è gestito da una compagnia coinvolta in violazioni del diritto internazionale?". 

Nel luglio 2011, lo Stadsregio Arnhem Nijmegen, un'autorità olandese locale, ha deciso di assegnare una concessione di un miliardo di euro per i trasporti pubblici ad Hermes, la filiale olandese della compagnia multinazionale Veolia Transdev. In risposta alla decisione dell'autorità locale, Al-Haq ha incaricato gli avvocati Van den biesen Boesveld di presentare una obiezione formale contro la decisione dello Stadsregio Arnehem Nijmegen. 

Considerando il coinvolgimento di Veolia nelle violazioni del diritto umanitario internazionale, Al-Haq si è rivolto al Stadsgewest Haaglanden perché riconsiderasse tempestivamente la sua associazione con gli affari del Gruppo Veolia e escludesse immediatamente Veolia Transport Nederland dalla gara di trasporti pubblici. Non è accettabile per la "Città internazionale della pace e della giustizia" entri a contatto con una delle filiali del Gruppo Veolia, dato che le sue aspirazioni non possono essere conciliabili con le violazioni del diritto umanitario internazionale al quale il gruppo Veolia è associato.