Saltare il Muro

Comics
Maximilien Le Roy, "Saltare il muro"
001 Edizioni (orig. Casterman) - 2011

                        leroymaximilien_saltare_il_muroab

 

 

<<La vita di Mahmoud, un giovane palestinese che vive la situazione di un prigioniero, quella di non poter uscire fuori dal Muro che lo tiene rinchiuso all’interno della Palestina occupata. L’unico luogo in cui si sente veramente libero è la sua mente, in cui ripercorre la sua storia di rifugiato palestinese. Mahmoud è sensibile al fascino delle belle straniere, ma decide di aprire la sua porta anche a Maximilien, un amico venuto dalla Francia che disegna, sa vedere e ascoltare. Saltare il Muro è il risultato dell’incontro di questi due giovani ventiduenni, che insieme disegnano le immagini di una libertà per ora inaccessibile. In questo libro i due “M”, Maximilien e Mahmoud, distruggono simbolicamente non solo il muro in Palestina, ma tutti i muri che imprigionano e dividono gli uomini>>.

<<E Le Roy usa delle tavole ben costruite, intervallate da disegni colorati su carta ruvida. Lo fa rendendo la storia di Mahmoud ancora più viva ed emozionante. Non è Joe Sacco, finora l’unico a narrare attraverso il fumetto questo conflitto. E’ altro. E il discorso non è se essere filo-palestinesi o filo-israeliani. E’ semplicemente mettersi nei panni di un giovane palestinese che vive a ridosso del muro>>.

Maximilien Le Roy È nato a Parigi nel 1985. Nel 2004, dopo un anno di studi di Arti applicate, si è trasferito a Lione e in seguito si è dedicato unicamente al fumetto e ai viaggi, intrecciando le sue passioni. È stato in Rwanda, India, Palestina, Europa e Vietnam, utilizzando i suoi spostamenti come occasione di approfondimento e fonte di ispirazione per i suoi racconti a fumetti.
Nel 2009 si impone all’attenzione del pubblico con Gaza, un pavé dans la mer (La boîte à bulles, febbraio 2009), opera collettiva coordinata da Le Roy stesso. Saltare il muro, di cui proponiamo qui dodici tavole, è stato selezionato per il Premio France Info per le graphic novel d’attualità e i reportage.