Ramallah, 11 Marzo 2011, Nena News – Un anno fa, la campagna Itisapartheid, in collaborazione con la coalizione StopThe Wall, lanciava la Prima Competizione  Internazionale di cortometraggi e docu-film su che cosa è oggi il sistema di apartheid messo in atto da Israele all’interno dei territori palestinesi. Incoraggiando così, sia la popolazione palestinese che attivisti e registi internazionali a indagare sul terreno quali forme assume l’apartheid in Palestina, e a creare e inviare alla giuria, cortometraggi e brevi documentari.

                                               bethlehem bandolero

 

Dalla lista dei molti partecipanti (soprattutto statunitensi), ne é uscita una top-ten di 10 cortometraggi, che sono stati postati on-line sul sito della campagna (tutt’ora visibili). Il processo di visione dei documentari e di voto, è andato avanti nel corso di alcuni mesi, dopo l’estate del 2010; in più sono state create tre giurie di giudici per decretare i vincitori dei 4 premi. La scelta del Premio Expert Panel è stata affidata a esperti del documentario e del cortometraggio, con specifiche conoscenze sull’occupazione israeliana, mentre quello della Global Jury è stato lasciato al voto dei lettori e visitatori del sito; infine tutti i punteggi complessivi sono stati sottoposti al giudizio degli spettatori nel corso di due separate tornate di proiezioni organizzate nei territori palestinesi.

Nena News vi propone oggiil docu-film “Confronting the Wall”, che ha vinto il Global Jury, che racconta l’esperienza di arte e resistenza, di una famiglia palestinese, la cui abitazione é accerchiata dal muro.Nena News