Ramallah, 06 agosto 2010 (foto AP dal sito www.jpost.com), Nena News – Hamas denuncia che diversi suoi militanti sono stati incarcerati senza accuse precise negli ultimi giorni in Cisgiordania dalle forze speciali dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen in una nuova campagna repressiva contro l’opposizione che non risparmia neanche i parenti dei dirigenti del movimento islamico.

 

Le forze speciali, addestrate in questi ultimi anni con fondi messi a disposizione dagli Stati Uniti, hanno concentrato la loro azione nelle zone di Qalqiliya, Hebron e Nablus. La scorsa settimana sono stati arrestati i figli di Samira Halayka, una deputata della lista «Cambiamento e Riforma» di Hamas. In precedenza erano stati imprigionati il marito e l’autista della parlamentare.

Halayka ha raccontato che decine di agenti palestinesi, alcuni dei quali mascherati, hanno fatto irruzione a casa durante la notte e hanno arrestato i figli di Osama e Anas dopo averli picchiati. La deputata ha aggiunto che nel suo villaggio circa 300 giovani sono stati convocati dalle forze di sicurezza per «colloqui». Non pochi fra questi sono stati arrestati. «I miei figli e concittadini non sono dei criminali», ha scritto la parlamentare in una lettera indirizzata a Majed Faraj, comandante del servizio di sicurezza generale. «Lei – ha proseguito Halayka – ha incarcerato senza alcun motivo insegnanti, imam, studenti universitari, imprenditori e anche uomini anziani. Lei ha convocato mamme, bambini e donne incinte al solo scopo di ottenere informazioni sulle mie attività. Tutte queste persone sono state umiliate e abusate durante gli interrogatori».

Negli stessi giorni i poliziotti dell’Anp hanno arrestato tre figli dello sceicco Hamed Bittawi, una figura di primo piano di Hamas in Cisgiordania e membro del Consiglio legislativo palestinese. Bittawi ha detto che l’arresto dei suoi figli «è un tentativo delle forze di sicurezza di Fatah (il partito di Abu Mazen, ndr) di far tacere la voce dei parlamentari palestinesi» e ha riferito che negli ultimi mesi migliaia di attivisti e simpatizzanti di Hamas in Cisgiordania sono stati arrestati o convocati per interrogatori. «Se gli oppressori credono che questi arresti ci faranno cambiare le nostre idee allora si stanno illudendo», ha avvertito il rappresentante di Hamas.

Fonti di Nablus hanno riferito che l’Anp ha anche arrestato cinque docenti della An-Najah University: Mustapha Shinnar, Muhammad Abu Ja’far, Nizar Awartani, Muhammad Abu Nuri e Wajih Eideh. Alcuni di loro erano già stati incarcerati in passato per appartenenza ad Hamas.(red) Nena News