Il Parlamento Europeo a sostegno della relazione Goldstone

Comunicati stampa IT Servizio Stampa

Direzione dei Media

Direttore - Portavoce : Jaume DUCH GUILLOT

Reference No.: 20100309IPR70270

Press switchboard number (32-2) 28 33000 1/2

Conflitto di Gaza: rispetto dei diritti umani

e accertamento delle responsabilità

 10.03.2010

Il rispetto dei diritti umani è condizione essenziale per una pace giusta e duratura in

Medio Oriente. E' quanto afferma il Parlamento chiedendo all'UE di sostenere l'attuazione

delle raccomandazioni della relazione Goldstone sul conflitto di Gaza e l'accertamento

delle responsabilità per i presunti crimini di guerra. Sollecita anche le parti

a svolgere indagini indipendenti e a non ostacolare l'attività delle ONG. A fronte della

crisi umanitaria chiede l'apertura dei valichi di frontiera. 

 




Approvando con 335 voti favorevoli, 287 contrari e 43 astensioni una risoluzione sostenuta

da S&D, ALDE, Verdi/ALE e GUE/NGL, il Parlamento sottolinea nuovamente l'importanza

"di raggiungere una pace giusta e duratura in Medio Oriente, e tra israeliani e palestinesi

in particolare".

In proposito, i deputati rilevano che il rispetto del diritto umanitario internazionale e del

diritto internazionale sui diritti umani da parte di tutti e in qualsiasi circostanza è elemento

essenziale "di un processo di pace che porti a due Stati che vivano fianco a fianco in pace e

sicurezza" e costituisce un prerequisito "per il conseguimento di una pace giusta e duratura

nel Medio Oriente".

Il Parlamento reitera l'invito rivolto alla Vicepresidente della Commissione/Alto rappresentante

dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza e agli Stati membri a impegnarsi

affinché l'Unione europea "adotti una ferma posizione comune sul seguito da dare alla

relazione sulla missione d'inchiesta" del giudice Goldstone sul conflitto a Gaza e nel sud di

Israele iniziato il 27 dicembre 2008 e terminato il 18 gennaio 2009.

A suo parere, UE e Stati membri dovrebbero chiedere pubblicamente "l'attuazione delle

sue raccomandazioni e l'accertamento della responsabilità per tutte le violazioni del

diritto internazionale, tra cui i presunti crimini di guerra". La Vicepresidente della Commissione/

Alto rappresentante UE e gli Stati membri dovrebbero inoltre "monitorare attivamente

l'attuazione delle raccomandazioni contenute nella relazione Goldstone mediante la consultazione

delle missioni esterne dell'UE e delle ONG del settore".

I deputati esortano entrambe le parti a svolgere, entro cinque mesi, indagini "che soddisfino

gli standard internazionali di indipendenza, imparzialità, trasparenza, tempestività ed

efficacia", in linea con le risoluzioni dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottate il

5 novembre 2009 e il 26 febbraio 2010. Rilevano poi che "la responsabilità e la credibilità

dell'Unione europea e dei suoi Stati membri richiedono che l'Unione controlli in modo esauriente

tali indagini".

Sottolineando l'importanza della cooperazione tra le autorità ufficiali e le organizzazioni

non governative nelle indagini di follow-up e nell'attuazione delle raccomandazioni contenute

nella relazione Goldstone, i deputati invitano le autorità di tutte le parti ad "astenersi da

qualsiasi azione che possa avere un impatto negativo sulle attività di tali organizzazioni".

Infine, il Parlamento rileva che la crisi umanitaria nella Striscia di Gaza "si è ulteriormente

aggravata a causa dell'embargo, che è in violazione del diritto internazionale umanitario".

Accoglie pertanto con favore l'invito fatto dal Consiglio, in data 8 dicembre 2009, "per un'apertura

immediata, sostenuta e incondizionata dei valichi".

Contattare :

Ioana BOBES

AFET/DROI/SEDE

Addetto stampa

BXL: (+32) 2 28 32460

STR: (+33) 3 881 76725

PORT: (+32) 498 98 39 83

EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Federico ROSSETTO

IT

Addetto stampa (Bruxelles)

BXL: (+32) 2 28 40955

STR: (+33) 3 881 74133

PORT: (+32) 498 98 33 23

EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Manuela CONTE

Rome

Addetto stampa (Roma)

STR: (+33) 3 881 74156

PORT: (+39) 335 24 82 98

EMAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ADDINFO: (+39) 6 69 95 02 36