Il fosforo bianco isterilisce gli olivi di Gaza

Arabrenewal.com
9.12.2009

 “Il fosforo bianco lanciato dagli Israeliani durante l'invasione
   dell'anno scorso ha reso gli alberi d'olivo sterili.”

 
olive01.JPG
Gli ulivi di Gaza che si sono salvati dalla devastazione israeliana dei terreni coltivabili, non si sono salvati dalla conseguenza fatale del fosforo bianco. I contadini palestinesi hanno denunciato la diminuzione drastica del loro raccolto questo anno.

Azzam Il-Najjar, contadino palestinese, 74 anni di Kan Younes, ha confermato tristemente che il raccolto del suo oliveto durante la campagna non ha superato il 5% della produzione attesa. Signor Azzam continua: "come se non ci bastasse la devastazione totale dei nostri campi e lo sradicamento intenzionale dei nostri olivi, quelli che sono rimasti in piedi sono ormai sterili". "questa catastrofe non conosce confini di terreno e ha toccato quasi tutti i terreni agricoli a Gaza".

Il ministero dell'agricoltura palestinese ha commentato che la causa maggiore della riduzione della produzione di questo anno è lo sradicamento degli alberi, infatti l'esercito ha devastato più di 878 ettari di oliveti durante l'invasione. Ha aggiunto dicendo: "il ministero non è stato in grado di effettuare una ricerca valida che ci confermi il legame tra l'aborto dei fiori dell'olivo e il fosforo bianco lanciato dagli Israeliani".

Un ingegnere ambientale del ministero dell'ambiente palestinese, ha preferito di non rilasciarci il sul nome, ha affermato che il legame tra la sterilità degli olivi e il fosforo bianco esiste in quanto l'ultime persiste per lungo nell'ambiente dove è stato rilasciato ed influisce sulla qualità dell'acqua e dell'area e del suolo e di tutti gli organismi viventi.