Continua senza sosta l'espansione delle colonie israeliane a sud di Hebron

                                            COMUNICATO STAMPA

 Continua senza sosta  l'espansione  delle colonie israeliane a sud di Hebron

Nuovi caravan nell'insediamento israeliano di Ma'on e ordini di demolizione per sei abitazioni palestinesi nel villaggio palestinese di At-Tuwani


14 settembre 2009

At-Tuwani - Mentre nell'arena internazionale si continua a parlare del congelamento degli insediamenti e dell'evacuazione degli avamposti israeliani illegali, continua senza sosta l'espansione delle colonie sulle colline a sud di Hebron (Southern Hebron Hills).


 



Nei giorni scorsi, i coloni dell'insediamento di Ma'on hanno iniziato la costruzione di sei nuovi caravan nell'area sud-est dell'insediamento, ad oggi completati e pronti per essere abitati. Nel frattempo sono iniziati i lavori preparatori per nuove costruzioni sulla collina vicina all'insediamento. (http://bit.ly/MH9gk)

Negli ultimi mesi, gli internazionali presenti nell'area hanno continuato a documentare l'espansione degli insediamenti presenti nell'area, osservando la costruzione di nuove unità abitative negli avamposti di Havat Ma'on e Avigail e nell'insediamento di Carmel.

Lo scorso 9 settembre, l'esercito israeliano ha rimosso due container ad uso abitativo che alcuni coloni dell'insediamento di Suseya, a sette chilometri dal villaggio di At-Tuwani, avevano illegalmente costruito al di fuori del perimetro della colonia su terreni agricoli dei contadini palestinesi del vicino ed omonimo villaggio. In seguito alla rimozione delle costruzioni abusive da parte dell'esercito israeliano, i coloni hanno aggredito gli abitanti del villaggio palestinese, ferendo dodici persone, di cui una è dovuta ricorrere a cure ospedaliere. Durante la notte, i coloni hanno eretto di una nuova costruzione sulla sommità della collina in questione.

Infine nel pomeriggio del 13 settembre, ufficiali del DCO (unità dell'esercito israeliano responsabile dell'amministrazione civile dei Territori Palestinesi Occupati) hanno consegnato ordini di demolizione per sei abitazioni palestinesi vicino al villaggio di At-Tuwani.

Le abitazioni in causa erano state costruite di recente su terre private palestinesi nell'area d Humra. Nella notte del 16 luglio scorso alcune di queste abitazioni e diversi ulivi erano stati danneggiati, presumibilmente da coloni del vicino avamposto di Havat Ma'on. Alcuni giorni dopo, il 20 luglio, il DCO aveva consegnato ordini di blocco dei lavori per queste abitazioni e altre strutture appena costruite.

Adesso che l'ordine di demolizione è stato emesso, le famiglie temono che l'esercito israeliano arrivi da un momento all'altro per demolire le loro abitazioni.

L'esercito israeliano, che in quest'area ha un controllo non solo militare ma anche civile (secondo gli Accordi di Oslo), vieta ogni permesso di costruzione per i palestinesi, impedendo lo sviluppo delle comunità locali. Di contro, i vicini insediamenti di Ma'on e Carmel e gli avamposti di Avigail e Havat Ma'on continuano ad espandersi senza sosta.

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams continuano a monitorare la colonizzazione israeliana nell'area dal 2004.

Foto delle nuove costruzioni nell'insediamento di Ma'on disponibili all'indirizzo: http://bit.ly/4ZLMe
Foto della consegna degli ordini di demolizione disponibili all'indirizzo: http://bit.ly/VhoYn

www.operazionecolomba.com

--
Operation Dove - Nonviolent Peace Corps
Palestine - Israel
Community Pope John XXIII

e mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
website: www.operationdove.org