Gli abitanti di al-Jbaryat non possono pi

THE PALESTINIAN INFORMATION CENTER

17.08.2009

Gli abitanti di al-Jbaryat sostengono di non poter dormire a causa delle urla dei prigionieri del carcere dell’Autorità Palestinese.

Jenin (PIC) – Un certo numero di abitanti del quartiere di al-Jbaryat a Jenin si è lamentato di non poter più sopportare ulteriormente di dover ascoltare le urla dei prigionieri mentre vengono torturati in una prigione confinante che è gestita dai Servizi Generali di Sicurezza di Mahmoud Abbas.

Gli abitanti del luogo hanno confermato che, in effetti, diversi residenti se ne sono andati dal quartiere perché udendo  queste urla durante la notte, essi non potevano dormire  , e sostenevano che  loro stessi si sentivano  torturati psicologicamente dal momento che in quella prigione  i detenuti  venivano torturati fisicamente.

Uno degli abitanti del quartiere ha raccontato: ”Non siamo in grado di dormire la notte per le urla dei detenuti affiliati ad Hamas. Abbiamo trascorso gli ultimi due anni nello stesso modo ed ogni giorno si diceva che il problema sarebbe finito il giorno dopo, ma sembra che questa storia stia andando per le lunghe.”

Lo stesso ha fatto notare come, di conseguenza, sono crollati i prezzi delle proprietà nell’area circostante il Quartier generale delle Forze di Sicurezza.

In un contesto affine, giovedì, il Servizio Generale di Sicurezza di Abbas ha rilasciato Hutheifa Jarrar, il quale è stato liberato con cicatrici da torture su tutto il corpo. Jarrar era stato incarcerato per fare pressione su suo padre Sheikh Abdel-Jabbar Jarrar che era stato rilasciato pochi giorni prima dal carcere di Jericho.
 

(traduzione: mariano mingarelli)