ISRAELE PALESTINA Pace o guerra santa

Vargas Llosa Mario

"Israele Palestina
Pace o guerra santa"
Dallo smantellamento delle colonie
al trionfo delle destre
LIBRI SCHEIWILLER - 2009

Image


<<Ho passato buona parte degli anni Settanta a difendere Israele polemizzando con gli scrittori latinoamericani di sinistra che, per moda, e con atteggiamento conformistico attaccavano Israele e il sionismo considerandoli pedine dell’imperialismo nordamericano.Non mi sono mai pentito di aver combattuto quest’esagerazione e di aver difeso il diritto di Israele a esistere e a garantirsi la sicurezza.[…..] Da allora, ogni volta che sono stato in Israele – tranne l’ultima, della quale parla questo libro – ho sempre trovato un settore significativo della società che voleva la pace e il dialogo con i palestinesi e riconosceva il diritto di quest’ultimi ad avere un proprio stato sovrano.[….] Dall’assassinio di Ytzhak Rabin e, soprattutto, dal fallimento dei negoziati di Camp David e di Taba del 2000, tutto è cambiato. E lo dimostrano la recente vittoria di Hamas nella Striscia di Gaza e il trionfo elettorale di Kadima, delle destre estreme del Likud e dei partiti religiosi in Israele…>>

Vargas Liosa cammina per le strade di Gerusalemme, Gaza, Betlemme, visita gli insediamenti dei coloni e il muro, dialoga con gli intellettuali, giornalisti e persone comuni, arabi ed ebrei, moderati ed estremisti.Ritagliandosi il ruolo di testimone oculare, ci racconta una delle vicende storico-politiche più complesse del secolo scorso, le cui propaggini si spingono fino alla drammatica attualità della cronaca.>>

Mario Vargas Llosa (Arequipa, Perù,1936) è un classico della letteratura sudamericana.
Più volte candidato al Nobel, è stato insignito del Premio Cervantes, del Premio Goethe e del Grinzane Cavour. Ha pubblicato decine di romanzi di grande successo , tutti con Einaudi, ma anche teatro, critica d’arte, saggistica politica e letteraria, memorialistica  reportage.