La Palestina a Terrafutura

PALESTINA:
La mia patria non è una valigia 

 
Lettura teatrale
con Cecilia Gallia e Rabi’i El Gamrani

Commento musicale di
Muawiyya Abdelmajid (Oud)

Terrafutura  2009
Firenze, Fortezza da Basso

venerdì 29 maggio ore 12.15
Teatrino Lorenese

sabato 30 maggio ore 19.00
Spazio Media Eventi


Image


C’è un angolo della terra, dove la storia viene rimossa ogni giorno per far posto ad un altro racconto, ad altri protagonisti, ad un’altra trama.
In un angolo della terra, la geografia viene sistematicamente alterata e assoggettata a imperativi a cui la natura delle cose, il patrimonio del passato, testimone di ciò che quella terra  è stata, vengono immolati.
In quell’angolo della terra, solo la letteratura può essere custode del vissuto, dei drammi, delle gioie e delle fantasie di un popolo.
“Imparare la letteratura era il mio rifugio. Nei giorni di Kfar Shiba, quando non potevamo difenderci dai bombardamenti aerei, riparati soltanto dai rami degli ulivi, quei libri mi hanno protetto. Imitavo i personaggi, parlavo con le loro parole. Per non morire”, cosi dice uno dei protagonisti di “La Porta del sole”.
“Commettere” letteratura diventa non solo un atto di creatività ma anche un gesto di resistenza e di storiografia.
Quell’angolo della terra si chiama Palestina. Quei “seminatori” di letteratura si chiamano: Mahmud Darwish, Elias Khouri, Ghassan Kanafani. E poiché la Palestina non è  affare dei soli  palestinesi, abbiamo interpellato anche altri testimoni, come Jean Genet e Tahar Ben Jelloun.

Image

L’ASSOCIAZIONE DI AMICIZIA ITALO-PALESTINESE ONLUS, che non ha scopo di lucro, persegue finalità di solidarietà sociale nel campo della tutela dei diritti individuali e collettivi. Si è costituita formalmente il 28 luglio 2004 a Firenze. Svolge ATTIVITA’ DI SUPPORTO SOCIO-SANITARIO E SCOLASTICO sia in Palestina che nei campi profughi del Libano, grazie ad una rete di contatti e di gemellaggi stabiliti con organizzazioni locali. Il progetto di adozione a distanza di bambini o bambine persegue questa finalità.
Svolge ATTIVITA’ CULTURALE per la diffusione e la valorizzazione delle diverse espressioni della cultura e dell’arte palestinese.
E’ presente a Terra Futura con il proprio spazio espositivo nell’area "Buone pratiche di vita" (stand 222, attico Spadolini) ed è inserita nel programma di Terrafutura Scuola