MURI, LACRIME E ZA'TAR

Solera Gianluca - "Mura, Lacrime e za'tar"
Storie di vita e voci dalla Palestina.
NUOVADIMENSIONE - 2007

Image


<<Muri, lacrime e za’tar  è un viaggio che evita i tour organizzati e le propagande ufficiali per scoprire luoghi e persone di una terra che non trova pace, dove un’umanità prigioniera dell’ultima ideologia etnocoloniale resiste affidandosi alla forza travolgente della vita e a certe piccole cose, come lo za’tar (il timo) nell’olio di oliva, in cui si intinge il pane casereccio.

In tempi nei quali si sta cercando di cancellare l’identità della Palestina dalle cartografie, l’autore registra segni e parole, e documenta sia la sofferenza palestinese che le conseguenze sociali e umane dell’occupazione sugli israeliani. Incontrando politici e difensori dei diritti umani, rifugiati e coloni, rabbini e patriarchi, soldati e detenuti, contadini e tassisti, ricostruisce il quadro di una terra spaccata.

Nelle storie personali raccontate, nei diari di viaggio dalle città dei Territori Occupati e di Israele, negli incontri con i prigionieri morali e materiali di questo conflitto, ebrei e arabi, c’è un moro che cresce e guadagna metri, dividendo madri e bambini, oppressori ed oppressi. Ma tra i muri ritroviamo fessure che le persone di buona volontà, o quelli che disperatamente cercano di vivere con dignità, sanno vedere. E passarci attraverso.>> 

 Gianluca Solera è nato sul lago di Garda nel 1966, ma porta un nome sefardita di origine spagnola. Dopo molti anni a Bruxelles come consigliere politico del Parlamento europeo, nell’estate del 2004 è partito per la Palestina, che ha percorso tra andate e ritorni per due anni. Attualmente è Coordinatore delle reti della Fondazione euro-mediterranea Anna Lindh per il dialogo tra le culture, che ha sede ad Alessandria d’Egitto. Tra le altre cose, ha pubblicato Di città in città. Poesie sull’Europa (1995).