THE NEW INTIFADA

A.A.V.V. - "The new Intifada"

Resisting Israel's apartheid.

introduzione di Noam Chomsky
EDITED BY ROANE CAREY - 2001

Image


“Per prima cosa Beit Jala venne bombardata, la gente era sorpresa  e meravigliata di quanto stava accadendo ….Ora Israele sta minacciando di bloccare l’intera area palestinese impedendoci il rifornimento di acqua, elettricità e combustibile….I bambini sono le prime vittime di tutto ciò. Non c’è da stupirsi se il loro cuore non sorride più. Essi hanno perso la loro infanzia. La natura del loro crimine sta nell’essere palestinesi”

-          Patricia Al-Teet, studentessa di Beit Jala, West Bank.

  << Nel Settembre del 2000, frustrata dal fallimento del processo di pace che avrebbe dovuto portare alla fine dell’occupazione israeliana, indignata per l’irruzione di Ariel Sharon nei luoghi santi di Al-Aqsa, a Gerusalemme Est, con un migliaio di uomini armati, la popolazione palestinese di Israele e quella dei territori occupati insorse. Da allora una nuova Intifada  esplose con tutta la sua rabbia. 

In queste pagine, un gruppo di scrittori e di analisti, molti dei quali coinvolti direttamente nel conflitto, tracciano le origini della rivolta, le sue conseguenze per il popolo palestinese e lo Stato israeliano, e il suo probabile impatto sul futuro della pace nel Medio Oriente. Essi dibattono sul ruolo degli Stati Uniti nel conflitto, l’inganno degli Accordi di Oslo, indagano sulla brutale risposta del governo di Barak e Sharon e valutano in modo critico la strategia della direzione palestinese. Inoltre, alcuni osservatori forniscono eloquenti rapporti di prima mano dalla linea del fronte dell’Intifada – dalle strade di Gerusalemme e di Gaza ai campi profughi del Libano e alle scuole della West Bank. Fotografi forniscono una valorosa testimonianza dell’eroismo e dei costi in vite umane della resistenza. Mappe illustrano lo strangolamento che gli israeliani applicano  nei territori Palestinesi. Si fa sempre più pressante la costituzione di un’ organizzazione internazionale dei movimenti di solidarietà in sostegno dei diritti dei palestinesi.>>