"RITORNO A HAIFA"

Kanafani Ghassan

"Ritorno a Haifa."

EDIZIONI LAVORO - 1986


Image


<<Per la prima volta nella letteratura araba uno scrittore palestinese ci parla di due diaspore: quella palestinese e quella ebraica, accomunate da un unico, tragico destino.

Said, palestinese di Haifa, torna con la moglie, dopo vent’anni di esilio, nella sua città natale per rivedere fugacemente i luoghi amati e la casa, ora abitata da una famiglia di ebrei polacchi scampati ad Auschwitz, e per cercare il figlio, abbandonato durante la repentina e tragica fuga.Con grande umanità e forza emotiva, Ghassan Kanafani ci accompagna in questo viaggio nel presente e nel passato, dove riaffiorano da entrambe le parti il disagio e la tristezza della situazione, in un groviglio di sentimenti e passioni umane.>>

 

Ghassan Kanafani, nato nel 1936 ad Acri in Palestina, si trasferisce con la sua famiglia in Libano nel 1948 alla vigilia della proclamazione dello Stato di Israele. Dopo aver vissuto in Siria e il Kuwait, ritorna in Libano dove rimane fino alla morte, avvenuta nel 1972 a causa di un attentato. Poeta, romanziere, saggista, ha sempre affiancato all’attività letteraria quella giornalistica e politica. Infatti, nel 1953 a Damasco, pubblica i primi racconti e lavora per l’agenzia ONU di aiuto ai profughi. Poi si trasferisce  a Kuwait  dove insegna fino al 1960 ed è proprio in quell’anno che inizia a collaborare con i giornali della resistenza palestinese. Dal 1969 dirige uno degli organi dei palestinesi fino al 1972 quando viene assassinato a Beirut in un attentato del Mossad. Le sue opere sono state tradotte e pubblicate in moltissimi paesi; alcuni racconti sono stati adattati per la radio e il teatro, e dal romanzo Tre uomini sotto il sole è stato tratto nel 1972 un film, vincitore di numerosi premi.