"UNA MEMORIA PER L'OBLIO"

Darwish Mahmud

"Una memoria per l'oblio."

JOUVENCE - 1997


Image


<<La Palestina scorre nelle vene di uno dei più grandi poeti arabi contemporanei in questo libro di memorie.>>

 <<Non ci sono solo diversi modi di preparare un caffè, quel tipo di caffè. Ci sono anzitutto, diversi tipi, diversi caffè……….Nella Beirut di Darwish, è la perdita del luogo (e del tempo) che genera il ricordo dell’odore, come quando nel sonno ci bussano alla porta e si desidera, vanamente immaginando, sognando a ritroso,di aver ordinato il caffè. Il caffè non arriva, ma la sua mancanza non garantisce l’avvento della libertà, sudata, comprata ad astinenze e rinunce. Attenzione, prevede lucidamente la parabola di Darwish: c’era senz’altro più libertà nella prigione nemica di quanta non ce ne sarà nello pseudo-stato a venire dove il Grande Capo farà sequestrare i libri di Edward Said…….E attraverso il caffè, sublime sovrastrutturale composto, si passa automaticamente all’esaltazione della materia prima primordiale, non più incanalata nei tubi, grazie ai fratelli perversi, alle pecore nere sunnite; e di qui al mare, che alla fin fine è l’utero di tutto quanto, la matrice di ogni goccia…..>>     Dalla postfazione di Gianroberto Scarcia. 

 

Mahmud Darwish è nato a Birwa, un villaggio della Galilea, in Palestina, nel 1942. Diventato straniero in patria in seguito alla creazione dello stato d’Israele, dopo aver subito più volte il carcere e gli arresti domiciliari, lascia definitivamente il suo paese nel 1970. Segue così il destino della diaspora palestinese. A Beirut fonda la prestigiosa rivista letteraria al-Karmel , successivamente trasferita a Ramallah nel centro culturale Sakakini. Per agevolare la diffusione della rivista in tutto il mondo arabo questa viene pubblicata contemporaneamente anche ad Amman.

Darwish viene considerato unanimemente uno dei più grandi poeti contemporanei, una delle voci più limpide della cultura e della storia palestinese.

Mahmud Darwish muore nel 2008 e il suo corpo viene sepolto nella Mukata di Ramallah, laddove ha sede il mausoleo di Yasser Arafat.