Vittorio Arrigoni Wanted

Il sito israeliano stoptheism.com, molto vicino agli ambienti militari, invita le Forze armate a sbarazzarsi di alcune persone nemiche dello Stato di Israele. Tra questi il nostro Vittorio Arrigoni,che da settimane impegnato nella Striscia di Gaza sta raccontando su "il manifesto" e su http://guerrillaradio.iobloggo.com la realtà della tragedia palestinese. La sua colpa sarebbe quella di stare "attualmente svolgendo il ruolo di scudo umano a protezione di Hamas a Gaza"; per questo afferma stoptheism l'esercito dovrebbe "trovarlo e sbarazzarsene definitivamente", fornendo fotografie, segni particolari e anche un numero di telefono cui eventuali delatori potrebbero lasciare informazioni. Assieme ad Arrigoni vengono indicati altri attivisti internazionali, Jenny Linnell Ewa Jasiewicz, Alberto Arce, Eva Bartlett e Sharon Lock.

Stoptheism.com, che anche nel nome richiama la propria lotta al Movimento Internazionale di Solidarietà, non è nuovo a queste iniziative e i suoi stretti rapporti con le Forze armate israeliane construngono a prendere estremamente sul serio questa deplorevole lista di proscrizione.