Esito elezioni israeliane: convintamente apartheid

Tutti i risultati. Liste arabe penalizzate da divisioni interne ed intimidazioni del Likud. Trionfano pro-apartheid e coloni.

La soglia era del 3,25%. Il numero degli eletti arabi nella Knesset, parlamento israeliano, è calato da 13 a 10. Nelle elezioni precedenti del 2015 si era formata la Lista Unitaria (Joint List) comprendente i due maggiori partiti arabi, la Lista Araba Unita (United Arab List)-Balad, e Hadash-Ta'al, oltre a Movimento Islamico ( Islamic Movement). Nelle elezioni 2019 i due partiti si sono presentati divisi, Lista Araba Unita (United Arab List)-Balad da un lato e Hadash-Ta'al dall’altro. Ciò ha creato delusione e critiche tra i palestinesi israeliani, con richiesta di molti di boicottare le elezioni. La fine della Lista Unitaria è avvenuta non su temi politici ma a causa di interessi di parte. E i risultati si sono visti : Hadash-Ta'al ha mantenuto i suoi 6 seggi , Lista Araba Unita-Balad ne ottiene 4 perdendone 3 (dall’intervista a Sawsan Zaher, vice direttore dell’ong Adalah, 11 /4 http://nena-news.it/per-i-palestinesi-in-israele-e-tempo-di-un-nuovo-attivismo/).

La rappresentanza araba è stata penalizzata anche dalla bassissima affluenza (46%) alle urne nei centri arabi dove anche 1300 telecamere introdotte da parte del Likud in seggi maggiormente frequentati da arabi per “evitare irregolarità” ha intimidito e scoraggiato la partecipazione al voto, contro il 68% dell’intero Israele. Invece le irregolarità vere e gravi, sottolinea Michele Giorgio sul Manifesto, sono avvenute in diverse colonie ebraiche in Cisgiordania, le roccaforti della destra, dove si è registrato un numero di voti maggiore rispetto agli elettori. Ne ha beneficiato l’Unione dei Partiti di Destra (Upd), una coalizione di tre partiti sorta su pressione di Netanyahu, e di cui fa parte anche Otzma Yehudit (Potere Ebraico), erede del movimento razzista antiarabo Kach.

I razzisti quindi fanno ingresso ufficiale, tra canti e festeggiamenti, nella nuova Knesset e già chiedono a Netanyahu di mantenere la promessa di cariche ministeriali. Nella zona H2 di Hebron dove sono insediati 700 coloni israeliani tra i più estremisti e Baruch Marzel, principale esponente di Otzma Yehudit (Potere Ebraico), la soddisfazione si tagliava a fette e si invocava l’annessione immediata della Cisgiordania. Qualche rimpianto tra i coloni per il tonfo di Moshe Feiglin, bizzarro leader di Zehut che vuole «l’emigrazione incentivata» dei palestinesi, la ricostruzione del Tempio ebraico (dove ora sorge la moschea di al Aqsa) assieme alla cannabis libera.

I laburisti israeliani , che sono poi storicamente i fondatori dello Stato, hanno ottenuto sei (!) seggi  perdendone 13.

Gideon Levy su Haaretz del 12/4 commenta così: La prima repubblica era caratterizzata da una miscela di realtà e inganno: unica democrazia del Medio Oriente ma dotata all’inizio di un governo militare nei territori arabi e poi di una dittatura militare nei territori occupati; beniamina del mondo libero ma anche ultimo regime coloniale del mondo; è una stimata esponente della famiglia delle nazioni, ma al contempo viola quasi ogni legge internazionale e non annette i territori occupati in modo da creare un falso senso di provvisorietà; si vanta dello stato di diritto e della corte suprema che operano nel paese, ma possiede due diversi ordinamenti fondati sulla nazionalità: è ebraica e democratica ma ha in sé un’intrinseca contraddizione, impossibile da risolvere. Tutto questo è finito. Il prossimo governo sarà in continuità con il precedente, ma più forte, più ultranazionalista e razzista, meno legittimo e democratico. E sarà, va ammesso, più coerente riflesso della realtà. Il 9 aprile gli elettori hanno proclamato a gran voce il loro sostegno a questo Israele.

Esito delle votazioni alle 23:49 dell’11 Aprile 2019.

   

Partito o Raggruppamento

Voti

%

Seggi

+/–

 
 

Likud

1,138,772

26.45

36

+6

 
 

Blue & White

1,123,929

26.11

35

+24

 
 

Shas

257,869

5.99

8

+1

 
 

United Torah Judaism

248,490

5.77

7

+1

 
 

HadashTa'al

193,267

4.49

6

0

 
 

Laburisti

191,323

4.44

6

13

 
 

Yisrael Beiteinu

172,538

4.08

5

1

 
 

United Right (Comprendente “Potere Ebraico”)

159,090

3.76

5

3

 
 

Meretz

155,542

3.68

4

1

 
 

Kulanu

152,066

3.54

4

6

 
 

United Arab ListBalad

142,958

3.34

4

3

 
 
 

New Right

138,437

3.22

0

New[a]

 
 

Zehut

117,392

2.77

0

New

 
 

Gesher

74,219

1.75

0

New[b]

 
 

Betah

4,714

0.11

0

New

 
 

The Arab List

4,228

0.10

0

0

 
 

Social Justice

3,828

0.09

0

New

 
 

Shield of Israel

3,432

0.08

0

New

 
 

Justice for All

3,270

0.08

0

New

 
 

Tzomet

2,426

0.06

0

New

 
 

Zekhuyotenu BeKoleinu

1,505

0.04

0

New

 
 

Yashar

1,433

0.03

0

New

 
 

Veteran Civil

1,185

0.03

0

New

 
 

Kol Yisrael Ahim

1,132

0.03

0

New

 
 

Manhigut Hevratit

828

0.02

0

New

 
 

Pirate Party of Israel

816

0.02

0

0

 
 

Pashut Ahava

728

0.02

0

New

 
 

Eretz Yisrael Shelanu

699

0.02

0

New

 
 

MeHathala

661

0.02

0

New

 
 

We are all friends Na Nach

623

0.01

0

0

 
 

Hope for Change

594

0.01

0

0

 
 

Green Economy – One Nation

553

0.01

0

0

 
 

Education

510

0.01

0

New

 
 

Human Dignity

481

0.01

0

New

 
 

Ahrayut LaMeyasdim

425

0.01

0

New

 
 

Shavim

398

0.01

0

New

 
 

Bible Bloc

379

0.01

0

New

 
 

Ani VeAta

367

0.01

0

New

 
 

Ihud Bnei HaBrit

265

0.01

0

New

 
 

Brit Olam

216

0.01

0

0

 
 

Reform

143

0.00

0

New

 
 

New Horizon

54

0.00

0

New

 
 

Yachad

25

0.00

0

0

 

Invalid/blank votes

30,756

 

Total

4,335,320

100

120

0

 

Registered voters/turnout

6,339,729

68.38

 

Source: CEC (votes), Haaretz (seats)

https://en.wikipedia.org/wiki/2019_Israeli_legislative_election


Iniziative

Notizie

Appello a volontari per la raccolta delle olive a ottobre! Aiutateci a garantire ai nostri fratelli e sorelle palestinesi un sicuro e completo raccolto! 13 Agosto 2019 https://rhr.org.il/eng/2019/08/volunteers-needed-for-palestinian-olive-harvest-this-october/ Coloni estremisti nazional-religiosi sistematicamente avvelenano la vita dei palestinesi specie durante il...
(75)

Leggi tutto: Raccolta...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(564)

Leggi tutto: La...