Che cos'è il Neturei Karta?

Jewish United Against Zionism
http://www.nkusa.org/aboutus/index.cfm

 

Che cos’è il Neturei Karta?
da Neturei Karta International – 2003

Neturei Karta si è opposto alla creazione del cosiddetto “Stato di Israele” ed è totalmente impegnato nella contestazione della sua esistenza!

 

Neturei Karta è il termine aramaico per “Guardiani della Città”. Il nome Neturei Karta ha origine da un incidente che ebbe luogo quando R. Yehudah Ha-Nassi (Rabbi Judah il Principe) inviò R.Hiyya e R. Ashi a un tour pastorale di controllo. In una città, questi chiesero di vedere i “guardiani della città” e la guardia della città venne fatta sfilare davanti a loro. Essi dissero che quesi non erano i guardiani della città bensì i suoi distruttori, il che indusse i cittadini a chiedere chi, allora, potessero essere considerati i guardiani. Allora i rabbini risposero, “Gli scribi e gli studiosi,” riferendosi a Tehillim (Salmi), cap.127. (Talmud di Gerusalemme, Trattato Hagiga. 76c).

                                                neturie-karta-group-celebrating-lag

 

Il nome è stato dato a un gruppo di Ebrei Ortodossi di Gerusalemme che si rifiutarono (ed ancora si rifiutano) di riconoscere l’esistenza e l’autorità del cosiddetto “Stato di Israele” e considerarono (e tuttora considerano) cosa importante manifestare pubblicamente la loro posizione, la posizione della Torah e di un autentico e puro ebraismo. 

Il gruppo venne fondato a Gerusalemme, in Palestina, nel 1938 per scissione dall’ Agudas Yisroel. L’Agudas Yisroel si era costituito nel 1912 allo scopo di combattere il sionismo. A poco a poco, allettato dal denaro e dai privilegi si era svenduto al “Vitello d’oro” (vedi Esodo, XXXII) del sionismo. Coloro che volevano mantenere la loro fede e continuare la lotta contro il sionismo, si dissociarono dall’Agudas Yisroel e dai partiti connessi. 

Nel corso degli anni, un certo numero di attivisti e di seguaci di Neturei Karta si stabilirono fuori della Palestina. Alcune delle ragioni per le quali costoro abbandonarono il paese nel quale loro e le loro famiglie avevano vissuto per molte generazioni (avendovi dimorato per molti anni prima della fondazione dell’illegittimo cosiddetto “Stato di Israele”) comprendono: rifiuto ideologico di vivere sotto un regime “israeliano” illegittimo ed eretico, il loro essere esiliati dal governo sionista per la loro ostinazione a rimanere indipendenti dal regime illegittimo ed eretico o l’essere impossibilitati a vivere una normale vita di famiglia in quanto loro e le loro famiglie venivano continuamente maltrattati, ripetutamente incarcerati e molte volte perfino torturati fisicamente dalla polizia e dagli agenti sionisti. Questa dispersione portò alla nascita di varie istituzione Neturei Karta sulla più ampia scena internazionale. Queste istituzioni comprendono sinagoghe, enti educativi, case editrici ed organizzazioni. A New York, le istituzioni comprendono tre sinagoghe a Brooklyn (Boro Park e Williamsburg), tre nella parte settentrionale, e le organizzazioni includono gli Amici di Gerusalemme a New York, NY. 

Neturei Karta non è – come spesso si sostiene – una piccola setta o un gruppo estremista di ebrei “ultra-ortodossi”. Neturei Karta non ha aggiunto nulla e nulla tolto a ciò che costituisce la legge scritta e orale della Torah così com’è espressa nell’Halacha e nel Shulchan Aruch. Neturei Karta combatte i cambiamenti e le intromissioni fatte dal sionismo politico durante nel corso degli ultimi cento e rotti anni. Guidata dai rabbini del nostro tempo e sotto la direzione ispiratrice del defunto Reb Amram Blau, Neturei Karta si rifiuta di riconoscere a chiunque il diritto di creare uno stato “ebraico” durante l’attuale periodo dell’esilio. 

Ci sono quelli che desiderano sminuire Neturei Karta e le sue convinzioni conformi alla Torah. Questo è stato tentato molte volte sostenendo che Neturei Karta è un gruppo minoritario e che rispetto agli altri gruppi ebraici i membri di Neturei Karta non sono nemmeno evidenti in termini di numero. 

Il nome Neturei Karta è un nome che viene dato usualmente a quelle persone che pregano nelle sinagoghe Neturei Karta (Torah Ve’Yirah Jerusalem, Torah U’Tefillah London, Torah U’tefillah NY, Beis Yehudi Upstate NY, ecc.), studiano o mandano i loro figli agli istituti educativi diretti dal Neturei Karta, o partecipano attivamente a iniziative, assemblee, manifestazioni indette da Neturei Karta. Anche se è vero che il numero di famiglie che potrebbero essere classificate come membri o attivisti di Neturei Karta di per sé è relativamente piccolo (alcune migliaia), il numero degli Ebrei Ortodossi che credono nell’ideologia anti-sionista, per la quale è noto Neturei Karta, assomma a centinaia di migliaia. 

Neturei Karta si oppone al cosiddetto “Stato di Israele” non perché questo funziona in modo laico, ma in quanto l’intero concetto di uno stato a sovranità ebraica è contrario alla Legge Ebraica. 

Tutti i grandi rabbini che coerentemente alla legge ebraica si sono opposti al sionismo al suo inizio non lo hanno fatto per mere considerazioni sullo stile di vita laico dei dirigenti sionisti o anche per la loro opposizione al patrimonio ereditario della Torah e il rifiuto dei suoi valori e della prassi, ma, a causa del fatto che l’intero concetto di uno stato ebraico è in diretto conflitto con una serie di principi fondamentali dell’ebraismo. 

La condanna del cosiddetto “Stato di Israele” di oggi e la separazione da tutto ciò che vi è connesso o associato si basa sul Talmud, chiave della dottrina fondamentale della Tradizione Orale trasmessa da D-o a Mosè sul Monte Sinai. Nel Trattato Kesubos (p.111°) il Talmud insegna che l’Ebreo non deve usare la forza umana per imporre la creazione di uno stato ebraico prima della venuta del Moshiach (Messiah della Casa di Davide) universalmente accettato. Inoltre, afferma che ci è proibito ribellarci contro le nazioni e che dovremmo rimanerne cittadini fedeli e non cercare di lasciare l’esilio in cui D-o ci ha messi prima del tempo. 

Agli Ebrei non è permesso dominare, uccidere, danneggiare o umiliare un altro popolo e non possono avere a che fare con l’organizzazione sionista, la sua ingerenza politica e le sue guerre. 

Neturei Karta vieta qualsiasi coinvolgimento con il cosiddetto “Stato di Israele” o con una qualsiasi sua consociata. I seguaci di Neturei Karta non partecipano alle elezioni “israeliane” e neppure accettano un qualche sussidio dal “Bituach Le’Umi” ( Previdenza sociale), e le istituzioni educative di Neturei Karta rifiutano una qualsiasi forma di sostegno finanziario dal cosiddetto “Va’ad HaYeshivos” ( equivalente al Dipartimento dell’Istruzione). 

Lo stato sionista impiega una serie di rabbini capo e usa i partiti religiosi per adornare lo stato di un’immagine clericale. Essi studiano la Torah con i commentari alterati per rivestire le parole di sfumature nazionalistiche. I nostri rabbini hanno proclamato innumerevoli volte che non ha importanza quali persone fisiche o partiti governino lo stato, in quanto l’istituzione e l’esistenza stessa dello stato sono da deplorare e da condannare. 
                                      nk-usa

I veri Ebrei restano fedeli alla fede ebraica e non si sono contaminati con il sionismo. 

I veri Ebrei sono contro l’espropriare gli arabi delle loro terre e delle loro case. Secondo la Torah, la terra dovrebbe essere restituita loro. 

Neturei Karta deplora lo sradicamento delle antiche comunità ebraiche da parte dei sionisti, lo spargimento di sangue degli ebrei e non-ebrei in nome della sovranità sionista e Neturei Karta vede con favore una transizione pacifica da un governo attualmente sionista a una entità non-sionista. 

Secondo la legge ebraica la Torah ha l’ultima parola. Non esiste una cosa del tipo di una maggioranza di ebrei, cui capita di essere ebreo per nascita, che possa alterare in un qualche modo la legge della Torah. In realtà, come anche il più grande rabbino Maimonide scrive, “anche il più grande profeta” [riferendosi in realtà a un autentico profeta], non ha il diritto di distorcere o modificare neppure una sola lettera della Torah. 

Poco prima della sua morte, il rabbino Blau ha dichiarato che l’accettazione da parte delle Nazioni Unite dello Stato Sionista come stato membro costituisce una grave ingiustizia nei confronti del popolo ebraico. Neturei Karta si augura che questo grande errore venga corretto al più presto. Neturei Karta si rammarica che lo stato sionista abbia usurpato il santo nome di Israele e che i sionisti pretendano così spesso di parlare in nome del popolo ebraico e si arroghino il diritto di agire per conto nostro. Solo quei rabbini che non sono stati coinvolti o influenzati dal veleno del sionismo, possono essere considerati i capi spirituali dell’ebraismo di oggi. 

Il mondo deve sapere che i sionisti si sono impossessati illegittimamente del nome di Israele e non hanno alcun diritto di parlare in nome del popolo ebraico! 

(tradotto da mariano mingarelli)

 


Iniziative

Notizie

di Ahmad Kabariti MondoWeiss, 14.05.2019 https://mondoweiss.net/2019/05/buildings-eurovision-destroyed/   All'ingresso dell'edificio residenziale Al-Qamar, demolito da un attacco aereo israeliano una settimana fa, arriva una band palestinese con i suoi strumenti. Spazzano via qualche calcinaccio...
(65)

Leggi tutto: "Si deve...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(373)

Leggi tutto: La...

  INTERNAZIONALE 1281- 9.11.2018 Adam Shatz, London Review of Books, Regno Unito: Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è cresciuto all’ombra del fratello maggiore ed era considerato superficiale e ambizioso. Ma ha saputo cavalcare i cambiamenti politici del paese Nel 2003 lo storico...
(545)

Leggi tutto: Benjamino...