A summer not to forget, di Carol Mansour (2007)

 

A summer not to forget

The tragedy of another war waged on Lebanon in 2006

Regia di Carol Mansour

 

Documentario Colore. Durata 27’ .   Libano 2007. DVD in lingua araba, con sottotitoli in inglese e francese. 
Narrazione: Carol Mansour.

                      carolmansour_asummernottoforgetab

 

Il 12 luglio 2006, Hezbollah cattura due soldati israeliani. Durante i successivi 34 giorni il Libano è testimone dei continui bombardamenti israeliani.
Questo documentario porta al di là del sommario delle notizie principali, dentro la dura realtà della guerra. Perlustra le devastazioni di una nazione e di un popolo posti sotto assedio.
Attraverso immagini intense e spesso inquietanti, questo documentario racconta la storia di un’altra guerra in Libano: 1.200 civili vennero uccisi e 4.000 feriti, più di 1 milione di persone vennero cacciate di casa, 78 ponti furono distrutti, 30.000 case danneggiate, il disastro ambientale prodotto da 15.000 tonnellate di petrolio riversate su 80 chilometri di coste del Mediterraneo e molte altre catastrofi.
In riprese mai mostrate dai mezzi di informazione occidentali, il film riporta anche la devastazione di 57 massacri collettivi nel tentativo di cogliere l’orrore delle vittime e dei loro familiari.
“Un’estate da non dimenticare” è una cronaca importante e rivelatrice delle brutalità della guerra e la difficile condizione di un popolo che dovette affrontare perdite e distruzione.

Carol Mansour è una cineoperatrice libanese di origini palestinesi. I suoi film affrontano questioni socioeconomiche. 100% asphalt descrive la vita dei bambini di strada del Cairo. Maid in Lebanon girato in Sri Lanka e in Libano, descrive la vita delle lavoratrici domestiche e Invisibile Children affronta il discorso del lavoro infantile in Libano. I suoi film sono stati proiettati in diversi festival internazionali ricevendo vari riconoscimenti.


Iniziative

Notizie

Gaza – È difficile descrivere ed esprimere il significato di un’esistenza vissuta in una tomba all’aria aperta, perché il mondo concepisce le tombe solo per coloro che sono morti. Ma il mondo non sa che esiste anche una tomba per chi ancora è in vita ma ha perso il proprio diritto a vivere come un...
(13)

Leggi tutto: Striscia di...

di Giorgio Cafiero  – 13 luglio 2019 Da metà del 2014 la Libia è impantanata in una guerra civile che mette il Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Tripoli riconosciuto dall’ONU contro un’amministrazione rivale di Tobruk, la Camera dei Rappresentati (OhR) che è alleata dell’Esercito Nazionale...
(15)

Leggi tutto: ...

Israele sta isolando le università palestinesi costringendo gli studiosi internazionali a lasciare le loro posizioni accademiche nella Cisgiordania occupata. Due gruppi palestinesi per i diritti umani, nonché l’Università Birzeit, chiedono a Israele di eliminare le restrizioni che impediscono agli...
(16)

Leggi tutto: Israele isola...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(489)

Leggi tutto: La...