Appello per Adnan Gheith

Popular Struggle.org
23.12.2010
http://www.popularstruggle.org/adnan-gheith

 

Aiutate Adnan Gheith, residente di Silwan,
a rimanere a Gerusalemme.

di Mohammed Khatib 

I palestinesi conoscono un’occupazione senza tregua – Sotto di essa ho vissuto l’intera mia vita, ma non sono neppure in grado di immaginare che cosa
significhi essere nella posizione di Adnan Gheith. Non voglio credere che sia possibile una cosa come questa, e voglio fare tutto ciò che è in mio potere
per impedire ciò che Israele sta cercando di fare a lui.

                           adnan-gheith_preview

 

Il 28 novembre, Adnan, un organizzatore della società civile a Silwan, ha ricevuto una comunicazione scritta secondo la quale Israele ha intenzione di emettere
nei suoi confronti un ordine di espulsione dalla sua città – Gerusalemme – per un periodo di quattro mesi. Adnan è un residente di Silwan e membro del comitato
del quartiere di al-Bustan, che si era costituito per opporsi ai piani di massicce demolizioni di case. In una realtà dove per il diritto dei palestinesi alla libertà di espressione non c’è neppure il rispetto formale, organizzare la tua comunità contro la sua imminente rovina è una ragione sufficiente per esservi strappato. 

L’ordine emesso contro Adnan non fa parte di un procedimento penale nel quale hanno un qualche ruolo sospetti, imputazioni e prove. E’ un ordine amministrativo
che elude la norma del diritto, che è alla base della democrazia occidentale. In questa realtà oppressiva, i diritti di una persona sono rimossi senza il dovuto
processo, senza alcuna imputazione, sulla base di una prova segreta e senza alcuna possibilità di difendersi veramente. E’ l’essenza di un procedimento penale kafkiano nel derisorio dedalo della burocrazia dell’occupazione e del potere. 

Ma non è troppo tardi per reagire e fare la differenza. L’espulsione di Adnan dalla sua città, dalla sua famiglia e dalla sua vita, può essere impedita.

La storia di Adnan è la storia di migliaia di persone residenti a Gerusalemme Est. Considerati i metodi violenti di repressione impiegati dalla polizia nei confronti
della comunità e al servizio dei coloni che si sono impadroniti della città, è chiaro che l’espulsione di Adnan Gheith costituisce un esercizio del potere a titolo sperimentale da parte della polizia israeliana. Lo Shin Bet e l’esercito israeliano sono intenzionati a preparare il terreno per massicce demolizioni di abitazioni nel quartiere di al-Bustan e per una crescente colonizzazione ebraica a Silwan. 

Per favore dai sostegno con tua voce ad Adnan e alla gente di Silwan nella loro battaglia per le loro case, la loro comunità e la loro dignità. 

Nel tentativo di bloccare la protesta democratica e legittima, Israele fa un uso distorto e cinico della legge. Malgrado mesi di arresti ripetuti, nei quali Adnan era
stato ripetutamente condotto ammanettato per essere interrogato – e con giudici dopo giudici che ne ordinavano il rilascio – non era stata raccolto neppure uno
straccio di prova contro di lui. Ora lo stato ha deciso di non perdere più ulteriormente tempo con un procedimento penale nel quale si devono presentare delle
prove, ma preferisce aggirarlo utilizzando lo strumento della sicurezza e le norme di emergenza. 

Ora, il governo israeliano, a fronte della pressione palestinese e internazionale di porre fine alla colonizzazione di Gerusalemme Est, sta ricorrendo a mezzi incostituzionali e antidemocratici. L’espulsione di Adnan dalla sua città non comporterà solo un costo insostenibile per lui e la sua famiglia, ma anche per i
residenti di Silwan. 

Per favore chiedete al vostro governo di pronunciarsi contro l’espulsione di Adnan dall’unica abitazione che possiede e contro le demolizioni a Silwan.

VIDEO relativo alle manifestasioni a Silwan - Gerusalemme, con la presenza di Anan Gheith
http://www.youtube.com/watch?v=J-Kr3aB8nzk

(tradotto da mariano mingarelli)

 

 


Iniziative

Notizie

di Ahmad Kabariti MondoWeiss, 14.05.2019 https://mondoweiss.net/2019/05/buildings-eurovision-destroyed/   All'ingresso dell'edificio residenziale Al-Qamar, demolito da un attacco aereo israeliano una settimana fa, arriva una band palestinese con i suoi strumenti. Spazzano via qualche calcinaccio...
(97)

Leggi tutto: "Si deve...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(384)

Leggi tutto: La...