Footnotes in Gaza

War Reportage Comics

Sacco Joe – Footnotes in Gaza

JONATHAN CAPE – London – 2009

 

Dal grande vignettista-reporter. Un’indagine radicale e originale su un crimine dimenticato in quello che è uno dei luoghi più tormentati.

    joe_sacco

 

 

<<Rafah, una città nella punta più meridionale della  Striscia di Gaza, è un luogo squallido. Edifici di cemento grezzo guardano su vicoli cosparsi d’immondizie. Le strade strette sono affollate di bambini e di disoccupati. Posta al confine con l’Egitto, file di case abbattute sono state ridotte in macerie. Rafah è oggi, e lo è stata sempre, un famigerato punto critico in questo che è il più aspro dei conflitti. 

Sepolto nel profondo degli archivi c’è un episodio insanguinato, avvenuto nel 1956, che fece 111 morti, profughi palestinesi fucilati da soldati israeliani. In apparenza un’annotazione di una lunga storia di crimini, quel giorno a Rafah – massacro a sangue freddo o errore mortale – rivela le verità contrapposte che si sono trovate per definire una guerra scabrosa. Alla ricerca per giungere al cuore di ciò che accadde, Joe Sacco arriva a Gaza e, immerso lui stesso nella quotidianità della vita, scopre il passato e il presente di Rafah. Abbracciando l’arco di tempo di cinque anni, districandosi con facilità tra una guerra e quella successiva, Footnotes in Gaza, brulicante delle voci dei fuggiaschi e degli scolari, delle vedove e degli sceicchi, capta l’essenza della tragedia.>> 

Joe Sacco, uno dei principali vignettisti del mondo, ha ottenuto per lo più un gradimento entusiastico come creatore del fumetto di reportage di guerra. Tra gli altri libri, è autore di Palestine che ha ottenuto l’American Book Award, e Safe Area Gorazde, che vinse il Eisner Award e venne definito un The New York Times Notable Book e per la rivista Time il miglior libro di fumetti del 2000. I suoi libri sono stati tradotti in quattordici lingue e i suoi reportage a fumetti sono comparsi su Details, the New York Times Magazine, Time, Harper’s e the Guardian. Vive attualmente a Portland, Oregon.


Iniziative

Notizie

di Ahmad Kabariti MondoWeiss, 14.05.2019 https://mondoweiss.net/2019/05/buildings-eurovision-destroyed/   All'ingresso dell'edificio residenziale Al-Qamar, demolito da un attacco aereo israeliano una settimana fa, arriva una band palestinese con i suoi strumenti. Spazzano via qualche calcinaccio...
(72)

Leggi tutto: "Si deve...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(378)

Leggi tutto: La...

  INTERNAZIONALE 1281- 9.11.2018 Adam Shatz, London Review of Books, Regno Unito: Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è cresciuto all’ombra del fratello maggiore ed era considerato superficiale e ambizioso. Ma ha saputo cavalcare i cambiamenti politici del paese Nel 2003 lo storico...
(550)

Leggi tutto: Benjamino...