Atash - La sete, di Tawfik Abu Wael (2004)

Atash – La sete.

regia di  Tawfik Abu Wael

 Film.  Colore. Durata: 109’ .  Israele/Territori Palestinesi Occupati 2004. Attori: Hussein Yassin Mahajne, Amal Bweerat, Ruba Blal, Jamila Abu Hussein, Ahmed Abed Elrani. DVD in arabo con sottotitoli in italiano.

                                                             atashab                

La storia è quella di Abu Shukri e della sua famiglia che vivono in fondo ad una valle da dieci anni, in un nessun luogo, lontano dal loro villaggio natale. Vivono in autarchia, fabbricando carbone dagli alberi che trovano.Il padre e il figlio sono i soli ad avere contatto con l’esterno.Il padre va a vendere il carbone al villaggio, mentre il figlio fugge regolarmente per andare a scuola. La madre e le due figlie lavorano senza tregua alla fumigazione della legna. Il padre decide un giorno di canalizzare la sorgente vicina fino alla loro enclave. Le donne sono reticenti e il figlio si prende gioco di lui, ma l’arrivo dell’acqua corrente risveglierà il loro istinto di libertà e farà riaffiorare il dramma familiare che si nascondeva già da troppo tempo e che aveva costretto il patriarca a fuggire dal villaggio, undici anni prima, trascinando con se famiglia e beni . Si viene così a creare una metafora straordinaria legata all’elemento acqua, ma senza nascondere le difficoltà e la disperazione della realtà.

 

La tematica  del regista Tawfik Abu Wael trova compiuta espressione nel tetro, sterile ambiente, di per sé stesso una negazione della vita, in cui la famiglia è arenata. Il suo cast, che parla un arabo non professionale, è del tutto all’altezza per come appare, per come si muove e come vive i sentimenti. Il dialogo scarno è perfettamente consono a questo tipo di famiglia incapace di comunicare……Pur tuttavia ci sono momenti di affascinante bellezza……


Iniziative

Notizie

Gaza – È difficile descrivere ed esprimere il significato di un’esistenza vissuta in una tomba all’aria aperta, perché il mondo concepisce le tombe solo per coloro che sono morti. Ma il mondo non sa che esiste anche una tomba per chi ancora è in vita ma ha perso il proprio diritto a vivere come un...
(74)

Leggi tutto: Striscia di...

di Giorgio Cafiero  – 13 luglio 2019 Da metà del 2014 la Libia è impantanata in una guerra civile che mette il Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Tripoli riconosciuto dall’ONU contro un’amministrazione rivale di Tobruk, la Camera dei Rappresentati (OhR) che è alleata dell’Esercito Nazionale...
(61)

Leggi tutto: ...

Israele sta isolando le università palestinesi costringendo gli studiosi internazionali a lasciare le loro posizioni accademiche nella Cisgiordania occupata. Due gruppi palestinesi per i diritti umani, nonché l’Università Birzeit, chiedono a Israele di eliminare le restrizioni che impediscono agli...
(59)

Leggi tutto: Israele isola...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(505)

Leggi tutto: La...