Gli USA stroncano le restrizioni imposte da Israele ai viaggiatori arabo-americani.

Ma’an News Agency

19.08.2009 

http:/www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=220081
 

“Gli Stati Uniti stroncano le restrizioni imposte
   da Israele ai viaggiatori arabo-americani”


 BETHLEHEM – MA’AN – Mercoledì, il Dipartimento di Stato ha dichiarato che Stati Uniti ritengono ingiusti ed inaccettabili i regolamenti israeliani che prendono di mira i viaggiatori arabo-americani in quanto limitano il loro accesso alla West Bank. 

In una dichiarazione fatta a risposta di una precedente domanda sulle limitazioni imposte da Israele agli arabi e ai palestinesi, avanzata a Washington durante una conferenza stampa informativa, il Dipartimento di Stato ha dichiarato: “Abbiamo detto ripetutamente al Governo d’Israele che gli Stati Uniti si aspettano che tutti i cittadini americani siano trattati nello stesso modo, indipendentemente dalle loro origini nazionali o altre cittadinanze.” 

La dichiarazione continuava: ”Abbiamo fatto presente al Governo d’Israele che queste limitazioni colpiscono i viaggiatori palestinesi e gli arabo-americani ingiustamente e non sono accettabili.”

La dichiarazione, rilasciata durante la notte,  è una risposta alle limitazioni imposte di recente ad americani e ad altri possessori di passaporto straniero al posto di confine di Allemby Bridge,  controllato da Israele.
 

Secondo il gruppo per il controllo e per i diritti, denominato per il Diritto di Entrare, che ha sede a Ramallah, la dichiarazione non ha fatto riferimento alle notizie secondo le quali Israele non sta limitando l’accesso e l’ingresso nel paese a internazionali che non abbiano legami familiari con la Palestina o con il mondo arabo, ma a tutti coloro che, durante l’interrogatorio al controllo passaporti, sia del Ponte di Allemby che dell’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel Aviv, hanno dichiarato di essere interessati a visitare la West Bank.

Palestinesi, arabi e altri internazionali di varia origine hanno ricevuto un timbro sul passaporto che li limita alle sole zone sottoposte al controllo dall’Autorità Palestinese – “Palestinian Authority areas” only – una definizione che in linea teorica potrebbe impedire ai viaggiatori di muoversi perfino da una città della West Bank ad un’altra, in quanto la maggior parte delle strade che collegano le città sono sotto il controllo diretto dell’esercito israeliano.

In pratica il timbro vieta l’ingresso ai possessori titolari del passaporto, a Gerusalemme, nelle zone poste a occidente del muro di separazione o della Linea Verde, in quanto Israele.
 

Di norma, ai titolari dei passaporti di provenienza europea, dal Nord America  e da una dozzina di altri paesi, veniva concesso un visto che permetteva loro di viaggiare, come turisti, per tre mesi per tutta Israele e la West Bank. Quei cittadini stranieri che sono in possesso anche della carta d’identità dell’Autorità Palestinese sono esclusi automaticamente da Gerusalemme e dalle zone poste all’interno della Linea Verde. 

(tradotto da mariano mingarelli) 

Iniziative

Notizie

Appello a volontari per la raccolta delle olive a ottobre! Aiutateci a garantire ai nostri fratelli e sorelle palestinesi un sicuro e completo raccolto! 13 Agosto 2019 https://rhr.org.il/eng/2019/08/volunteers-needed-for-palestinian-olive-harvest-this-october/ Coloni estremisti nazional-religiosi sistematicamente avvelenano la vita dei palestinesi specie durante il...
(36)

Leggi tutto: Raccolta...

Interventi

di Dareen Tatour La poetessa palestinese Dareen Tatour riflette sul periodo trascorso in una prigione israeliana dove ha conosciuto Shorouk Duyat, una palestinese di Gerusalemme condannata per un tentato attacco a un israeliano nel 2015. MondoWeiss, 07.02.2019...
(556)

Leggi tutto: La...