La newsletter sionista WIN(World Israel News) annuncia trionfalmente: “l’UE taglia i fondi a ONG che negano ad Israele il diritto di esistere”

https://unitedwithisrael.org/european-union-cuts-funding-to-group-that-undermines-the-state-of-israels-right-to-exist/, 8/8/2018

“E questo è solo l’inizio” ha esultato Netanyahu, augurandosi che l’UE prosegua in azioni contro “organizzazioni che cercano di negare ad Israele il diritto di esistere e che continuano a denigrare in giro per il mondo lo Stato di Israele e le sue forze armate”.

La Comunità Europea avrebbe quindi annunciato l’immediato taglio di tutti i finanziamenti e contatti con la Freedom Protection Council (FPC), ONG operante in Israele. FPC fondata nel 2017 da I’lam -Centro Arabo per il libero sviluppo e la ricerca nel campo dei Media- descrive la sua missione come  “garantire spazi democratici per organizzazioni della società civile in Israele”. Sotto l’ombrello di FPC operano una ventina di ONG tra cui B’Tselem, Adalah, l’Associazione per i Diritti Civili in Israele e il Centro Mossawa. Il contributo UE è peraltro modestissimo: 366mila euro in 3 anni.

Il dossier contro FPC è stato predisposto da NGO Monitor, presentata da WIN come “istituzione di ricerca che indaga su altre altre ONG sospettate di utilizzare il pretesto umanitario per svolgere in realtà attività anti-israeliane”. Legata alla destra israeliana, NGO Monitor è assai criticata per la tendenziosità e scarsa obiettività e per ostacolare le attività verso i diritti umani delle ONG israeliane e straniere, evitando invece ogni indagine sulle attività delle ONG di destra.  Israele insiste che la UE blocchi i finanziamenti a oltre 12 ONG europee e palestinesi che sostengono BDS con la tesi che viene violata la politica UE contraria al boicottaggio dello Stato Ebraico. Israele sostiene che le ONG hanno ricevuto nel 2016 5 milioni di euro e che “alcune delle ONG hanno legami con gruppi terroristici palestinesi”.

Contrariamente ai proclami di Netanyahu, l’UE ha invece comunicato che nessuna decisione definitiva è stata ancora presa sul taglio dei fondi ad FPC (Haaretz, 12/8/2018)

Traduzioni e sintesi a cura di Associazione di Amicizia Italo-Palestinese

fShare
0