Ecco come Israele riesce a  drammatizzare gli aquiloni di Gaza, nelle narrazioni delle newsletter sioniste (UWI United With Israel, JNS Jewish News Syndicate, WIN World Israel News)

18/7   Discutendo della “battaglia“ in corso con Hamas, Netanyahu ha dichiarato di aver fiducia nell’esercito che è “pronto ad ogni scenario”

 18/7   Per allontanare la possibilità di una guerra con Israele, dirigenti di Hamas esterni a Gaza sarebbero d’accordo a ridurre il lancio di aquiloni e palloncini incendiari e anche di cessare del tutto tale pratica. La decisione di Israele di interrompere la fornitura di carburante dal varco di Kerem Shalom ha comportato un’impennata dei prezzi del carburante nella striscia, costituendo un ulteriore elemento di pressione sulla dirigenza locale di Hamas.

19/7    Un drone dell’esercito ha attaccato una squadra di terroristi di Gaza mentre stavano per lanciare un palloncino  armato di bomba, uccidendone uno e ferendone altri tre

20/7    Nikki Randhawa, coniugata Haley, rappresentante permanente USA alle Nazioni Unite: “i terroristi di Gaza danno fuoco ad un’area di Israele grande 10 volte Parigi. E davanti a tutto questo il mondo tace!”

30/7    Bambini israeliani raccontano come un palloncino-bomba è atterrato nel loro asilo d’infanzia. Sara Netanyahu, moglie del primo ministro, ha organizzato un incontro apposito  per portare un po’ di gioia a bambini che subiscono le incursioni degli aquiloni incendiari e dei missili che giungono dalla striscia di Gaza

30/7    Il Congresso Mondiale Ebraico ha lanciato una petizione perché l’ONU condanni Hamas per Eco-terrorismo a Gaza e per aver causato gravi danni ambientali nel sud di Israele. Secondo il Congresso Ebraico Hamas avrebbe distrutto oltre 7400 acri di terrirtorio, centinaia di acri di frumento, 2700 acri di riserve naturali, sconvolgendo fattorie e foreste e sconvolgendo la vita di migliaia di agricoltori. L’ammontare dei danni, secondo il Congresso, sarebbe di oltre $3 millioni

30/7    Su iniziativa di un parlamentare israeliano, una mostra allestita presso la sede ONU a New York illustra i danni del terrorismo attraverso gli aquiloni incendiari e i palloncini-bomba e i danni che hanno causato all’interno di Israele. La mostra contiene foto di riserve naturali, campi e zone prima e dopo gli attacchi dei gazawi, che hanno lanciato centinaia di attacchi incendiari contro Israele. La mostra è curata dal fotografo Udi Israel ed è rivolta ad ambasciatori e diplomatici di tutto il mondo.”Il terrorismo incendiario non solo minaccia le vite di cittadini israeliani, ma distrugge un intero sistema ecologico nel sud di Israele e determina danni ambientali irreparabili” dice l’ambasciatore israeliano presso l’ONU Danny Danon, “la crudeltà ed il cinismo di Hamas nell’usare giocattoli per bambini come strumenti di morte non conosce limiti”

2/8    Sono in numero di 10 i pompieri statunitensi arrivati ad aiutare i loro colleghi israeliani a combattere gli incendi terroristici di Hamas.

2/8    Avigdor Liberman ministro della difesa ha dichiarato mercoledi 1 agosto che Israele avrebbe interrotto le forniture di gas a Gaza attraverso il valico di Kerem Shalom per via della “continuazione del lancio di palloncini incendiari e di frizioni al confine” Ha dichiarato che il provvedimento sarà esecutivo giovedi 9.

(Traduzioni a cura di Associazione di Amicizia Italo-Palestinese)

fShare
2