https://www.invictapalestina.org/archives/30260

I tiranni dell’Arabia Saudita progettano di vendere la Palestina. Questo sembra loro l’unico modo per ottenere il sostegno dagli Stati Uniti per la loro fanatica campagna contro il nemico iraniano.

di Moon of Alabama – 17 novembre 2017

Una nota interna saudita inviata al quotidiano libanese Al-Akhbar ne rivela i principali elementi. (Nota: L’autenticità della nota non è stata confermata. In teoria, potrebbe essere un “falso” inviato al giornale da un altro campo, ma Al-Akhbar ha la reputazione di pubblicare veri documenti trapelati e mi fido del giudizio dei suoi redattori.)

Secondo la nota i sauditi sono disposti a rinunciare al diritto al ritorno per i palestinesi. Rinunciano anche alla sovranità palestinese su Gerusalemme e non insistono più sulla creazione di un vero stato palestinese. In cambio, chiedono un’alleanza (militare) USA-Arabia Saudita contro il loro presunto nemico dell’est del Golfo Persico.

Ci sono stati negoziati sulla questione tra i sauditi e i sionisti sotto l’egida degli Stati Uniti. Il “consigliere” che Netanyahu e Trump condividono, “l’enfant prodige, Jared Kushner”, è la chiave di volta di questi negoziati. Ha fatto almeno tre viaggi in Arabia Saudita quest’anno, l’ultimo molto recentemente.

Le operazioni saudite del mese scorso, sia contro l’opposizione interna del clan Salman, sia contro Hezbollah in Libano, devono essere analizzate nel contesto della preparazione di un piano più ampio. Per ricapitolare:

  • La scorsa settimana l’attuale leader palestinese, Mahmoud Abbas, è stato convocato a Riyadh. Lì gli è stato detto di accettare tutto ciò che sarà presentato come un piano di pace degli Stati Uniti o di dimettersi. Gli è stato ordinato di tagliare tutti i legami palestinesi con l’Iran e Hezbollah:

Dopo questi avvertimenti che potrebbero minacciare il nuovo accordo di unità palestinese firmato da Fatah e Hamas sostenuto dall’Iran nella Striscia di Gaza, i media palestinesi hanno dimostrato una rara unità nell’attaccare tutti quanti l’Iran dalle loro colonne.

  • Il 6 novembre, una lettera del primo ministro israeliano Netanyahu alle ambasciate israeliane è stata “fatta trapelare” volutamente. In questo documento, Netanyahu ordina ai suoi diplomatici di sollecitare ovunque il sostegno totale ai progetti sauditi contro il Libano, lo Yemen, ecc. Lo stesso giorno, Trump ha twittato:

Donald J. Trump @realDonaldTrump – 15:03 – 6 nov 2017

Ho piena fiducia nel re Salman e nel principe ereditario dell’Arabia Saudita, sanno esattamente cosa stanno facendo …