The Electronic Intifada, 01.07.2017

Un neonato in un'incubatrice nel reparto neonatale di terapia intensiva dell'ospedale al-Shifa a Gaza City, il 27 giugno. Il ministro della salute di Gaza ha accusato l'Autorità Palestinese di aver bloccato il trasferimento di pazienti di Gaza bisognosi di cure urgenti in Israele, causando la morte di due neonati.

Mohammed Asad APA images

https://electronicintifada.net/content/palestine-pictures-june-2017/20936

Nove palestinesi sono stati uccisi dall'esericto israeliano durante il mese di giugno, che ha marcato 50 anni di occupazione della Cisgiordania, la striscia di Gaza e le alture del Golan.

Nouf Infayat, 16 anni, è stata colpita e ferita a morte dopo avere lievemente ferito un soldato con un coltello all'entrata di un insediamento israeliano nella West Bank. Il video della scena mostra la ragazza agonizzante a terra mentre israeliani la insultano e la scherniscono, augurandole la morte.

Un soldato è stato licenziato dopo che il video lo ha mostrato fuggire dalla ragazza durante il fatto.

Tre giovani del villaggio di Deir Abu Mashal - Adel Hassan Ahmad Ankoush, 18 anni, Baraa Ibrahim Salih Taha, 18 anni e Usama Ahmad Dahdouh, 19 anni - sono stati uccisi  durante un attacco a Gerusalemme in cui un polizziotto di frontiera israeliano è stato ferito mortalmente.

A seguito dei fatti, le forze israeliane hanno fatto un'incursione nel villaggio, bloccando tutti i suoi ingressi e confiscando proprietà. Hanno perquisito le case degli assalitori uccisi in preparazione della loro demolizione punitiva. Israele ha anche revocato i permessi di un quarto di milione di palestinesi, impedendo loro di visitare la famiglia in Israele durante il Ramadan e l'Eid al-Fitr, a seguito dell'attacco.

La famiglia respinge le affermazioni di Israele

La famiglia di Bahaa al-Hirbawi, ucciso da soldati nella Cisgiordania centrale, ha respinto l'accusa di Israele che  il ragazzo stesse tentando un attacco con coltello quando è stato ucciso. Nessun soldato è stato ferito.

Iyad Munir Arafat Ghaith, 23 anni, è stato colpito due volte alla testa da distanza ravvicinata da un commando israeliano in abiti civili durante uno scontro nella città di Hebron. L'esercito ha affermato che Ghaith fosse armato e che avrebbe sparato ai soldati, nessuno dei quali è rimasto ferito.

Un cittadino palestinese di Israele, Muhammad Taha, 28 anni, è stato ucciso da una guardia di sicurezza a Kafr Qasim durante scontri con la polizia seguiti all'arresto del leader di un comitato volontario di guardia civile della città.

Due palestinesi sono stati uccisi dai soldati israeliani durante le proteste lungo il confine fra Gaza e Israele. Fadi Ibrahim al-Najjar, 25 anni, è stato colpito nello stomaco ad est di Khan Younis nel sud di Gaza e Ayed Jumaa, 35 anni, è stato colpito alla testa a est del campo profughi di Jabaliya, nel nord del territorio. 

Trentacinque palestinesi, tra cui un cittadino giordano di origine palestinese, sono stati uccisi dalle forze israeliane e da civili armati finora quest'anno. Sette israeliani, tutti soldati tranne uno, e un cittadino britannico sono stati uccisi dai palestinesi nello stesso periodo. 

Inoltre, durante il mese di giugno un leader militare di Hamas è morto in un'esplosione accidentale in un "sito di resistenza" nella Striscia meridionale di Gaza. Due uomini provenienti da Gaza sono stati dichiarati uccisi durante uno scontro con il gruppo "stato islamico" nella penisola del Sinai in Egitto. 

Negazione di permessi per cure mediche

Israele ha negato a Khalid Ghamri, 17 anni, un permesso di uscita per viaggiare da Gaza a Gerusalemme per un trattamento medico dopo che è stato colpito e ferito gravemente dai soldati durante una protesta nel mese precedente.

Due neonati a Gaza sono morti dopo che le richieste di pagare il trattamento medico in Israele presentate dai loro genitori all'Autorità palestinese sono rimaste senza risposta.

Il ministero della sanità a Gaza ha dichiarato che nove pazienti sono morti a partire dall'inizio dell'anno a causa dei ritardi nell'impegno finanziario dell'Autorità palestinese a pagare il trattamento, richiesto da Israele affinché i pazienti ricevano acesso ai propri servizi medici.

"Medici per i diritti umani - Israele" ha avvertito che le carenze nel bilancio dell'Autorità palestinese per Gaza hanno comportato la peggiore crisi medica nel territorio da molti anni, mettendo centinaia di pazienti in pericolo di morte.

Israele ha ridotto notevolmente la propria fornitura di energia elettrica alla Striscia di Gaza, esacerbando le carenze croniche e lasciando la maggior parte delle famiglie con meno di tre ore di elettricità al giorno. L'Egitto ha effettuato una consegna di emergenza di gasolio alla centrale elettrica di Gaza nel mese successivo, consentendo alle famiglie di ricevere elettricità per cinque o sei ore al giorno - una soluzione di breve termine che non dovrebbe risolvere la crisi in corso.

Nel frattempo, l'attraversamento di Rafah, il solo punto di uscita e ingresso per la stragrande maggioranza dei 2 milioni di residenti di Gaza, è rimasto chiuso durante tutto il mese. Più di 20.000 palestinesi di Gaza sono registrati nella lista di attesa per poter attraversare il valico verso l'Egitto attraverso Rafah. Chiuso tranne rare eccezioni da fine ottobre 2014, lil valico di Rafah è stato aperto solo 16 giorni dall'inizio di quest'anno.

"Morte agli arabi"

Una folla di israeliani di destra appare in un video mentre attacca tre palestinesi nel centro di Gerusalemme. La polizia non ha fatto nulla oltre a chiedere agli aggressori di andarsene. Gli estremisti israeliani hanno compiuto atti vandalici contro automobili nei quartieri palestinesi di Gerusalemme, oltre a lasciare graffiti con scritte del tipo "Morte agli arabi", più volte durante il mese.

I fedeli musulmani sono stati aggrediti dalle forze israeliane presso la moschea al-Aqsa nella città vecchia di Gerusalemme, durante un tour del sito di estremisti israeliani. Un video  mostra gli israeliani visitare il sito sacro sotto una pesante protezione militare. Il complesso è stato chiuso per un breve periodo durante il mese, dopo che un israeliano è stato colpito da una pietra durante la visita del sito.

Il gruppo di azione per i palestinesi in Siria ha registrato la morte di 14 palestinesi a seguito dei combattimenti in corso nel paese durante il mese di giugno. Molti sono stati uccisi durante le feroci battaglie nell'area di Daraa nel sud della Siria.

Palestinesi pregano durante l'iftar, il pasto serale che rompe il digiuno del Ramadan, presso la spiaggia  di Gaza City, il primo di giugno.

Anne Paq ActiveStills

Un negozio di alimentari illuminato con uan luce a led durante un black out a Gaza City, primo di giugno.

Ezz Zanoun ActiveStills

Manifestanti palestinesi lanciano pietre a soldati israeliani durante scontri seguiti a una manifestazione contro il blocco di Gaza, presso il campo profughi di  Jabaliya, il 5 giugno.

Ashraf Amra APA images

Un manifestante sventola la bandiera  palestinese durante una manifestazione contro il blocco di Gaza, presso il campo profughi di  Jabaliya, il 7 giugno.

Mohammed Dahman APA images

Una donna palestinese in lutto durante il funerale di  Fadi al-Najjar, ucciso da soldati israeliani durante una manifestazione contro il blocco di Gaza, presso il campo profughi di  Jabaliya, il 7 giugno.

Ashraf Amra APA images

Un bambino gioca con un aquilone nel cimitero del campo profughi di  Jabaliya, Striscia di Gaza, l'8 giugno. Il campo ospita circa  110.000 riffugiati in 1.4 chilometri quadrati secondo la UNRWA.

Anne Paq ActiveStills

Un bambino vende verdure nel mercato di GAza Citi, il 9 giugno. La drammatica situazione economica di Gaza, progettata da Israele tramite il blocco ultra decennale, ha spinto sempre più bambini a lavorare per aiutare la famiglia.

Anne Paq ActiveStills

Un parente piange sul corpo diAyed Jumaa in un ospedale nel nord della Striscia di Gaza  il 9 giugno, dopo che il 35 enne è stato ucciso da soldati israeliani durante una protesta presso il campo di Jabaliya.

Mohammed Asad APA images

Una donna palestinese presso graffiti su un muro di Gerusalemme, 13 giugno.

Ahmad Al-Bazz ActiveStills

Pane in vendita al mercato della città vecchia di Nablus durante il mese di Ramadan, 13 giugno.

Ayman Ameen APA images

Palestininesi e attivisti internazionali rompono il digiuno del Ramadan presso le macerie della casa della famiglia Fawaqa a Sur Baher, Gerusalemme, il 13 giugno. Le autorità israerliane hanno demolito la casa nel mese di maggio col pretesto che fosse costruita senza permesso; i proprietari sostengono di aver richiesto più volte il permesso, sempre negato.

Ahmad Al-Bazz ActiveStills

Un ufficiale di sicurezza palestinese di guardia mentre autocisterne portano carburante a Gaza dall'Egitto attraverso il valico di Rafah il 21 giugno. La consegna di emergenza è stata consegnata all'unica centrale elettrica di Gaza, chiusa per mancanza di carburante a metà aprile.

Ashraf Amra APA images

Mahmoud Abbas incontra Jared Kushner, inviato USA per il processo di pace Israele-Palestina e genero del presidente USA Donald Trump, a Ramallah il 21 giugno.

Thaer Ganaim APA images

Fedeli musulmani pregano durante la notte a una moschea di Gaza City il 22 giugno in occasione del Laylat al-Qadr, il 27esimo giorno di Ramadan. Il Laylat al-Qadr, notte del destino, secondo i musulmani marca il giorno della rivelazione dei primi versi del Corano al profeta Maometto.

Mofeed Abu Zaida APA images

Una famiglia palestinese prepara i tradizionali dolci ripieni di datteri  in preparazione all' Eid al-Fitr, la festa che segna la fine del Ramadan, nella loro casa di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, il 23 giugno.

Abed Rahim Khatib APA images

Palestinesi tornano a casa dopo essere stati respinti al  checkpoint di Qalandiya. Erano diretti a Gerusalemme per la preguiera finale del venerdì  di Ramadan il 23 giugno.  Israele eccezionalmente permette alle donne palestinesi, agli uomini sopra i 40 anni e i bambini sotto i 12 di entrare a Gerusalemme dalla West Bank senza permesso militare, solo durante i venerdì di Ramadan.

Ahmad Al-Bazz ActiveStills

Un uomo palestinese nella sua casa danneggiata durante un'incursione aerea israeliana nella notte del 27 giugno. Israele ha bombardato dei presunti bersagli di Hamas dopo che un razzo è stato lanciato nel sud di Israele da Gaza

Mohammed Asad APA images

Palestinesi su una giostra durante il terzo giorno della festa di  Eid al-Fitr, che marca la fine del Ramadan, a Gaza City il 27 giugno

Ashraf Amra APA images