https://www.youtube.com/watch?v=vMp1tef4lg4

..........molti esponenti askenaziti erano contrari all'immigrazione [in Israele]degli ebrei dai paesi arabi, in particolare dal Nordafrica: All'arrivo nel neostato durante gli anni '50 gli ebrei sefarditi furono soggetti a varie forme di discriminazione sociale....oltre al rapimento dei bambini yemeniti......Con l'evidente complicità della comunità medica, professionisti della salute e figure politiche, il dott. Chaim Sheba [detto altrove il Joseph Mengele di Israele] impose il trasferimento forzato di oltre 100.000 bambini sefarditi in centri medici sparsi in tutto Israele per sottoporli ai trattamenti radioattivi di circa 350 RAD ad applicazione, e molti di loro subirono applicazioni ripetute..... Secondo le testimonianze rilasciate dalle vittime intervistate nel documentario, nessun tipo di misura precauzionale fu adottata, nessuna schermata o indumenti particolari per proteggere i bambini.......Nel 1952,la Commissione Atomica Internazionale aveva presentato delle linee guida per l'applicazione dei trattamenti radioattivi, nelle quali venivano raccomandate singole dosi da non più di 3 RAD. Al contrario, Sheba ordinò dosaggi - in alcuni casi multipli - da 350 RAD!.......molte delle vittime [sopravissute] soffrono oggi di tumori al cervello e diverse forme di cancro, epilessia, sterilità, paralisi cerebrale e di altri disturbi gravi e invalidanti.....

Da "Il sionismodal punto di vista delle sue vittime ebree", di David Shasha (Il caso dei bambini con la tigna)
Ebrei Arabi: Terzo incomodo? Zambon Editore