Vede il conflitto Israelo-Palestinese attraverso gli occhi di Nethanyau. Nella sua intervista con Jeffrey Goldberg Hillay Clinton offre la più articolata, sofisticata ed appassionata difesa di Israele.

http://www.theatlantic.com/international/archive/2014/08/hillary-clinton-failure-to-help-syrian-rebels-led-to-the-rise-of-isis/375832/

10/8/2014

…..........la gran parte della mia conversazione con Clinton ha riguardato la guerra di Gaza. Ella ha presentato una animosa difesa di Israele e del suo primo ministro Benjamin Nethanyau . Ciò è degno di nota in quanto, quando era Segretario di Stato (=Ministro degli Esteri, ndt) aveva energicamente ripreso Nethanyau per via degli insediamenti in Cisgiordania. Ora invece non si scosta di una virgola da quanto fa Israele.

Io penso che Israele ha fatto ciò che doveva per rispondere ai razzi” mi ha detto “Israele ha diritto di difendersi. Il fatto che Hamas ha nascosto razzi e comandi militari entro aree civili ha reso difficile la risposta di Israele”
Le ho chiesto se pensasse che Israele avesse fatto abbastanza per evitare di colpire bambini e civili. “Così come noi Stati Uniti facciamo per essere più attenti possibile nel colpire obiettivi evitando i civili” errori se ne fanno, dice “ noi ne abbiamo fatti. Non conosco una sola nazione, non importa quali che siano i suoi valori -e penso che le nazioni democratiche siano portatrici di valori migliori in un situazione conflittuale – che non abbia fatto errori, ma alla fine la responsabilità rimane di Hamas”