PRESIDIO DI FRONTE AL CONSOLATO DI GRECIA A FIRENZE

4 LUGLIO 2011

Protesta contro il blocco imposto dal governo greco alle imbarcazioni
della Freedom Flotilla 2 - Stay Human
nei porti o nelle acque territoriali greche

dsc00700

 

 

Lettera consegnata

Al Console di Grecia a Firenze
All’Ambasciatore di Grecia a Roma

                                                                                                                                                                                                                                 Firenze 4 luglio 2011 

Noi, rappresentanti di varie componenti della società civile e politica fiorentina, vogliamo esprimere la delusione e la rabbia suscitate in noi dalle posizioni assunte dal Governo greco nei confronti delle imbarcazioni facenti parte della Freedom Flotilla 2 –Stay Human che mostrano con chiarezza non solo la mancanza del rispetto del diritto internazionale e dei principi umanitari fondamentali, ma che rivelano anche la sudditanza della Grecia alle pressioni del governo israeliano che pretende l’inviolabilità del blocco illegale imposto alla Striscia di Gaza, atto che si configura come “punizione collettiva” e che costituisce perciò un crimine contro l’umanità. 

Esortiamo il Governo greco a consentire l’immediata partenza di tutte le imbarcazioni componenti la Freedom Flotilla 2 attualmente presenti nei porti o nelle acque territoriali greche, impedendo che vengano messe in atto iniziative di sabotaggio o di repressione che possano pregiudicare l’incolumità dei passeggeri presenti a bordo, che si sono sempre comportati secondo le migliori tradizioni dell’attivismo pacifista e solidale. 

Pur capendo che il vostro paese, al momento, è soggetto a tremende pressioni, sollecitazioni, minacce e ingerenze indebite da parte di forze e paesi che sono state sempre ostili alle finalità dell’iniziativa per cui è stata costituita la Freedom Flotilla 2, riteniamo vergognoso che la Grecia, il paese che ha dato al mondo il concetto di democrazia, voglia ora minare le fondamenta stessa della democrazia impedendo con la forza che la Freedom Flotilla 2 possa portare solidarietà al popolo di Gaza, i cui diritti fondamentali sono quotidianamente violati dall’illegale imposizione israeliana di un blocco che ha reso quella terra la più grande prigione al mondo a cielo aperto. 

In queste ore, il mondo civile intero sta guardando disgustato le azioni di “punizione collettiva” imposte dalla forze militari israeliane al popolo di Gaza e condanna quei governi e quegli stati che si rendono complici di tali crimini. 

Il blocco delle imbarcazioni della Freedom Flotilla 2 comporta la responsabilità della violazione dei diritti umanitari internazionali. E’ un atto iniquo che non può essere esente dall’esecrazione del mondo intero. 

Chiediamo, perciò, che il Governo greco rifiuti ogni collusione con i crimini di guerra israeliani e offra il suo sostegno di nazione civile a una iniziativa il cui scopo dimostrato e verificabile è solo umanitario e rispettoso del diritto internazionale.
                                    foto 

Sottoscrivono:

Associazione di Amicizia Italo-Palestinese Onlus – Mariano Mingarelli
Gruppo consiliare per Unaltracittà – Firenze – Ornella De Zordo
Comitato F.no Fermiamo la guerra – Riccardo Torregiani
Comitato Pistoiese per la Palestina
Sinistra Ecologia e Libertà – Firenze – Andrea Tombelli
Angelo Baracca – UNIFI - Firenze

fShare
0