Hanna K.

regia di Costantin Costa Gavras

 Film.  Colore. Durata:108’ . Francia/Gran Bretagna/Israele 1983 . Attori: Jill Clayburgh, Jean Yanne, Mohammad Bakri, Gabrierl Byrne, David Clennon. DVD in italiano

                                                               hannakab

 

 

Un’avvocatessa ebrea di trentacinque anni lascia il marito e la Francia e va a vivere a Gerusalemme. Qui si unisce ad un magistrato, da cui aspetta un figlio. La donna decide di difendere, in un processo, un palestinese accusato di terrorismo e vince la causa. Il giovane, salvato dal carcere, viene deportato in Giordania, ma torna illegalmente in Israele e rivendica il diritto di riottenere la casa confiscata durante la Naqba. Chiede nuovamente di farsi difendere dalla donna con la quale si instaura una profonda amicizia. La donna, abbandonata dal magistrato geloso e incapace di comprendere le sue problematiche e la sue incertezze, sceglierà alla fine la solitudine.


Un aspetto sempre trascurato della lettura critica di questo film sta nello sviluppo didattico incentrato sul disvelamento dell'impronta sionistica che condiziona la vita individuale e collettiva, nonchè la storia di Israele. Il giovane profugo palestinese arrestato (Mohammad Bakri) e poi ripetutamente processato fino a trasformare, lui innocente, in un presunto pericoloso attentatore, diviene per l'avvocatessa (Jill Clayburgh) la guida che le permette di scoprire un mondo culturale e fisico nel quale viene rimosso tutto ciò che, essendo palestinese, rappresenta un pericolo per la conservazione di uno stato artificialmente ottenuto a spese della sofferenza altrui.

fShare
0